Caricare documenti e articoli online 
INFtub.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

URTI ELASTICI E ANELASTICI

fisica




Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a WhatsApp - corso di





 

TITOLO

URTI ELASTICI E ANELASTICI

OBIETTIVI:

Verificare la conservazione di energia cinetica e quantità di moto negli urti elastici e viceversa negli urti anaelastici


MATERIALI:

Slitta a cuscino d'aria

Carrelli con bandierine

Fotocellule

Elastici

Massa

Dispositivo d'aggancio

Cronometro

Bilancia elettronica


DISEGNO:




PROCEDURA:

Massare i carrelli e tutti i componenti della slitta

Montare l'attrezzatura mettendo gli elastici al termine di ogni carrello

Effettuare rilevazione di ∆t in più esperienze nella quali i carrelli sono di massa approssimatamente uguale, maggiore o minore, annotarli e ricavare la quantità di moto

Ripetere cambiando le velocità iniziali e finali di entrambi i carrelli

Montare il dispositivo di aggancio e ripetere l'esperienza



CONCLUSIONI:

Come detto nei dati attraverso quest'esperienza abbiamo verificato la conservazione della quantità di moto negli urti elastici e la sua dispersione in quelli anelastici.


Alcuni possibili errori possono essere dovuti alla qualità del moto che partendo una spinta umana può essere accelerato e non uniforme per i primi tratti di percorso dei carrelli, oppure alla pendenza che probabilmente la slitta assume, inoltre  possono esserci stati errori di taratura dei materiali e di lettura o rielaborazione dei dati.


ELABORAZIONE DATI:

Si considera solo la componente orizzontale:  Ep=0 perché la gravità non ha influenza su un campo come il piano orizzontale

La quantità di moto p è il prodotto p=mV ( massa per velocità).

L'energia e la forza sono proporzionali alla quantità di moto:

Ec=1/2mV2 =(mV)2/(2m)=p2/(2m)

p2=2mEc

F=m(Vf-Vi)/t                  F=∆p/t

Questa esperienza si verica la legge che dice:  Vi+m2Vi=m1Vf+m2Vf negli urti di tipo elastico e si smentisce in quelli di tipo anelastico






Privacy

Articolo informazione


Hits: 3295
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2020