Caricare documenti e articoli online 
INFtub.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

OTTENIMENTO DEI COMPONENTI TRAMITE PROCEDIMENTO CHIMICO

chimica




Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a WhatsApp - corso di

Titolo: OTTENIMENTO DEI COMPONENTI TRAMITE PROCEDIMENTO CHIMICO


materiali: acqua distillata, rame solfato pentaidrato, crogiuolo di porcellana, bilancia elettronica, provetta, pinze d'acciaio, spatola cucchiaio, bacchetta di vetro, fornello Bunzen, spruzzetta.


procedimento: versiamo in un crogiuolo di porcellana del rame solfato pentaid 535f56f rato e lo pesiamo sulla bilancia elettronica.


Dati sperimentali: osserviamo che il peso del rame solfato pentaid 535f56f rato e il crogiuolo pesano 40,77g.


Procedimento: afferriamo il crogiuolo di porcellana con delle pinze di acciaio e lo riscaldiamo sul fornello Bunzen. Mescoliamo con una bacchetta di vetro e lasciamo raffreddare.


Dati sperimentali: mentre riscaldiamo la sostanza osserviamo che i cristalli, partendo dal bordo cambiano di colore diventando sempre più chiari fino ad ottenere un colore bianco.


Conclusioni: avendo osservato che è cambiata una proprietà fondamentale

quale il colore, possiamo dedurre che è avvenuta una reazione chimica. Tale reazione è detta "pirolisi" e il suo prodotto è il rame solfato anidro.


Procedimento: pesiamo il crogiuolo di porcellana contenente rame solfato anidro sulla bilancia elettronica.


Dati sperimentali: osserviamo che dopo la pirolisi il peso risulta di 39,33g.


Conclusione: osserviamo che oltre al cambiamento del colore è avvenuta una diminuzione del peso e cioè è variata la composizione della sostanza.


Procedimento: con una spatola cucchiaio prendiamo una parte del rame solfato anidro e lo versiamo in una provetta. Aggiungiamo con una spruzzetta dell'acqua distillata.


Dati sperimentali: osserviamo che si è riformato del sale azzurro.



Conclusione: deduciamo che è avvenuta un'altra reazione chimica detta "idratazione" e riotteniamo le sostanze reagenti.



Descrizione sintetica delle due reazioni chimiche:



Pirolisi: CuSo4·5H2O
CuSo4 + 5H2O


Idratazione: CuSo4 + 5H2O CuSo4·5H20




materiali: saccarosio, 2 provette, pinze di legno, fornello Bunzen, bacchetta di vetro, rame solfato anidro, cucchiaio.


Procedimento: versiamo il contenuto di una bustina di saccarosio in una provetta. La afferriamo con delle pinze di legno e la facciamo scaldare sul fornello Bunzen; di tanto in tanto mescoliamo con una bacchetta di vetro.


Dati sperimentali: osserviamo che il saccarosio diventa sempre più scuro e fuoriesce del vapore dalla provetta.


Procedimento: avviciniamo alla provetta contenente la sostanza scura un'altra provetta vuota.


Dati sperimentali: osserviamo che la parete della provetta si appanna e che in seguito si formano delle goccioline di acqua


Conclusione: il saccarosio si è scisso in una parte aeriforme di acqua e una sospensione liquida contenente carbonio.


Procedimento: mentre scaldiamo il saccarosio aggiungiamo del rame solfato anidro


Dati sperimentali: osserviamo che il rame solfato anidro diventa di un colore verde (blu del solfato pentaidrato più giallognolo del caramello).


Conclusioni: è avvenuto un processo di idratazione per cui si è formata dell'acqua e quindi abbiamo ulteriormente dimostrato che dal saccarosio si è liberata dell'acqua.


Chiara Bartolini, Federica Galardi, Caterina Maggesi







Privacy

Articolo informazione


Hits: 1449
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2020