Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

L'arrivo di Alessandro a Babilonia [da Curzio Rufo]

latino


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di



ALTRI DOCUMENTI

De Bello Gallico1-6, pag.397 da Cesare
Proemio del Bellum Iugurthinum di Sallustio.
Felice posizione di Roma.
VI: Caio Plinio saluta il suo Anniano Severo
SE VI SIA PRESENTIMENTO DI QUANTO COMUNQUE POSSA ACCADERE
De Bello Gallico 1-5, pag.396 da Cesare
Da "Nuovo laboratorio di Traduzione" di E. Degl'Innocenti - Fuga di Pompeo
De Bello Gallico 1-3, pag.395 da Cesare
15 consigli per la traduzione
Prometeo (Igino)

L'arrivo di Alessandro a Babilonia [da Curzio Rufo]

Ad urbem Babyloniam procedenti Alexandro Mazaeus cum adultis liberis supplex occorri, urbem dedens. Laetus fuit rex ob urbis deditionem: Babylonia enim bene munita 515f59f erat et obsidio difficilis. Igitur benigne Mazaeum cum liberis advenientem excepit. Magna pars Babyloniorum constiterat in muris, cupiens novum regem videre; multi Alexandro obviam processerant. Bagophanes, arcis et regiae pecuniae custos, totum iter floribus coronisque constraverat et argentea altaria disposuerat. Dona procedebant greges pecorum equorumque, leones quoque et pardales in caveis. Magi deinde veniebant, suo more Carmen canentes, postea Chaldaei, Babyloniorumque non vates modo, sed etiam artifices cum fidibus. Equites Babylonii ultimo procedebant.

Traduzione:

Mazeo, and˛ incontro supplice con i figli adulti ad Alessandro, che procedeva verso la cittÓ di Babilonia, consegnando la cittÓ. Il re fu lieto per la resa della cittÓ: Babilonia era infatti ben protetta e di difficile assedio. Allora accolse benignamente Mazeo che arrivava con i figli. Gran parte dei babilonesi si era disposta sulle mura, desiderosa di vedere il nuovo re, molti incontro ad Alessandro. Bagofane, custode della fortezza e delle ricchezze del re, aveva cosparso tutta la via con fiori e corone ed aveva preparato degli altari d'argento. Le offerte, greggi di pecore e di cavalli, procedevano, anche leoni e pantere nelle gabbie. Quindi arrivarono i sacerdoti cantando un carme secondo la loro usanza, in seguito i caldei, e non solo profeti dei babilonesi ma anche artisti con le cetre. I cavalieri di Babilonia arrivavano per ultimi.







Privacy

Articolo informazione


Hits: 2072
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2019