Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

PIANO CARTESIANO

matematica


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di



ALTRI DOCUMENTI

Tabella degli angoli
Razionalizzazione del denominatore di una frazione
Calcolare l'integrale doppio
Teoremi sulle derivate - Massimi minimi e flessi
Risolvere il seguente sistema logaritmico
I NUMERI REALI - La definizione di numero
PIANO CARTESIANO

PIANO CARTESIANO

In matematica si può introdurre il piano cartesiano come sistema di riferimento nel piano della geometria euclidea costituito da due rette, non necessariamente ortogonali, su ciascuna delle quali si 232g64c fissa un orientamento (rette orientate) e per le quali si fissa anche una unità di misura che consente di identificare qualsiasi punto del piano mediante numeri reali. Il punto nel quale le due rette si incontrano viene detto origine. Tra le due rette si distingue una prima chiamata asse delle ascisse o asse delle x e una seconda detta asse delle ordinate o asse delle y; inoltre, pensando il piano immerso orizzontalmente nello spazio fisico, si chiede che una persona in piedi sull'origine con l'asse delle x di fronte veda l'asse delle y alla sua sinistra.

Il sistema costituito dalla coppia dei due assi (e implicitamente dall'origine) si dice sistema di riferimento cartesiano ortogonale del piano. Esso consente di individuare ogni punto del piano con una coppia di numeri reali chiamati rispettivamente ascissa e ordinata del punto; le coordinate di un punto generico del piano o di un punto che si pensa variabile spesso si denotano con x e y. Talora il sistema dei due assi si denota con Oxy.

Un generico punto si può quindi esprimere scrivendo \left(x;y\right)oppure \langle x;y \rangle.

Quadranti

Il piano cartesiano viene suddiviso in quattro regioni denominate quadranti, indicate mediante numeri romani progressivi in senso antiorario:

I quadrante: comprende i punti aventi ascissa ed ordinata positive;
II quadrante: comprende i punti aventi ascissa negativa ed ordinata positiva;
III quadrante: simmetrico al I rispetto all'origine;
IV quadrante: simmetrico al II rispetto all'origine.

Il piano cartesiano quale spazio vettoriale

Per definizione, esiste una corrispondenza biunivoca fra i punti del piano cartesiano e le coppie ordinate di numeri reali. L'insieme di tutte le coppie di numeri reali, \Bbb^2è un \Bbb-spazio vettoriale. La base canonica di \Bbb^2è E=\left(E_, E_\right)ove E_1=\left(1,0\right)ed E_2=\left(0,1\right). Gli elementi di E hanno un importante significato geometrico: sono i versori fondamentali del piano, rispettivamente \vece \vec. Ciò vuol dire, per la definizione stessa di base di uno spazio vettoriale, che il piano cartesiano è generato dai versori fondamentali e che ogni punto del piano è esprimibile, in modo unico, come combinazione lineare dei versori fondamentali (ciò giustifica l'espressione dei punti del piano cartesiano). Si noti inoltre che gli assi cartesiani sono sottospazi vettoriali del piano cartesiano.







Privacy

Articolo informazione


Hits: 1864
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2019