Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

MODELLI DI DATI - STRUTTURE DI CLASSIFICAZIONE

informatica


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di



ALTRI DOCUMENTI

passwd cambiare la password
PASSAGGIO DI PARAMETRI X INDIRIZZO CON PARAMETRI (scambio)
Da Div-X a DVD-R
LA PROGETTAZIONE DI TIPI DI DATI ASTRATTI - ADT(Abstract Data Type)
STORIA DI INTERNET
PROPRIETA' DELLA TRASFORMATA DI FOURIER
Architettura di un microprocessore - Esame dei singoli blocchi (registri) del microprocessore
Comandi veloci per l'uso di :Microsoft Excel 97

MODELLI DI DATI

MODELLO: RAPPRESENTAZIONE SCHEMATICA DELLA REALTA' PER RENDERNE PIU' AGEVOLE

LO STUDIO AVENTE UN DETERMINATO OBIETTIVO.

NEL CASO DEI MODELLI DEI DATI , L'OBIETTIVO E' QUELLO DI ESPLICITARE LA REALTA' DI INTERESSE RISPETTO ALLE INFORMAZIONI E AI LORO LEGAMI.

PERTANTO DEFINIAMO MODELLO DI DATI O SCHEMA CONCETTUALE L'INSIEME DELLE STRUTTURE USATE PER LA RAPPRESENTAZIONE SIA DELLE INFORMAZIONI CHE DEI LORO LEGAMI.

LE COMPONENTI PRINCIPALI DELLE STRUTTURE DI RAPPRESENTAZIONE NEI MODELLI CONCETTUALI SONO TRE: 525d34f

-LE STRUTTURE DI CLASSIFICAZIONE

-LE STRUTTURE PER LA RAPPRESENTAZIONE DEI VINCOLI DI INTEGRITA'

-LE STRUTTURE PER LA RAPPRESENTAZIONE DELLE OPERAZIONI



STRUTTURE DI CLASSIFICAZIONE

LE STRUTTURE DI CLASSIFICAZIONE CONSENTONO DI RAPPRESENTARE GLI OGGETTI DELLA REALTA' RAGGRUPPANDOLI IN CLASSI DEFINITE MEDIANTE OPERAZIONI DI ASTRAZIONE

L'ASTRAZIONE ' UN PROCEDIMENTO MENTALE CHE SI ADOTTA QUANDO SI EVIDENZIANO ALCUNE PROPRIETA' E CARATTERISTICHE DI UN INSIEME DI OGGETTI, ESCLUDENDONE ALTRE GIUDICATE NON RILEVANTI E GIUNGENDO ALLA DEFINIZIONE DI UN NUOVO OGGETTO COME CONCETTO UNIFICANTE RISPETTO ALLE PROPRIETA' CONSIDERATE.

LE ASTRAZIONI CONSIDERATE FONDAMENTALI NEL PROCESSO DI PROGETTAZIONE CONCETTUALE SONO:

-          LA CLASSIFICAZIONE

-          L'AGGREGAZIONE

-          LA GENERALIZZAZIONE

LA CLASSIFICAZIONE E' L'ASTRAZIONE CHE CONDUCE ALLA DEFINIZIONE DI UNA CLASSE A PARTIRE DA UN INSIEME DI OGGETTI DI CUI SI INDIVIDUANO PROPRIETA' COMUNI

Concetto di persona Classe persona


Astrazione di classificazione Instance -of


Insieme delle

Insieme delle persone istanze della

classe persona

REALTA' PERCEPITA RAPPRESENTAZIONE

IL TIPO DI RELAZIONE CHE SI VIENE AD INSTAURARE NELLA RAPPRESENTAZIONE TRA LE ISTANZE E LA RELATIVA CLASSE E' LA RELAZIONE DI APPARTENENZA (INSTANCE-OF)

ESEMPI:

LA CLASSE PERSONE CON CARATTERISTICHE COMUNI NOME, COGNOME, INDIRIZZO,TELEFONO

LA CLASSE LIBRI CON CARATTERISTICHE COMUNI TITOLO, AUTORE, ANNO DI EDIZIONE

L'AGGREGAZIONE E' L'ASTRAZIONE MEDIANTE LA QUALE SI GIUNGE ALLA DEFINIZIONE DI UN CONCETTO A PARTIRE DA ALTRI CONCETTI CHE NE COSTITUISCONO LE PROPRIETA'

Concetto di esame Classe ESAME


Astrazione di aggregazione part-of



concetto di concetto concetto classe classe classe

studente di corso di voto STUDENTE CORSO VOTO

REALTA' PERCIPITA RAPPRESENTAZIONE

IL TIPO DI RELAZIONE CHE SI VIENE AD INSTAURARE TRA LA CLASSE AGGREGAZIONE E QUELLE CHE RAPPRESENTANO I CONCETTI SU CUI L'ASTRAZIONE E' APPLICATA E' ANALOGA A QUELLA CHE SUSSISTE TRA IL PRODOTTO CARTESIANO DI INSIEMI E TALI INSIEMI ( PART-OF)

ESEMPI:

LA CLASSE DELLE PERSONE COME AGGREGAZIONE DELE CLASSI NOME, ETA E GRUPPO SANGUIGNO

????

IL CONCETTO CLASSE SOCIALE A PARTIRE DAI CONCETTI OPERAIO, AGRICOLTORE PROFESSIONISTA

LA GENERALIZZAZIONE E' L'ASTRAZIONE MEDIANTE LA QUALE SI GIUNGE ALLA DEFINIZIONE DI UN CONCETTO A PARTIRE DA ALTRI CONCETTI CHE SIANO STATI DEFINITI MEDIANTE L'ASTRAZIONE DI CLASSIFICAZIONE E CHE ABBIANO CARATTERISTICHE COMUNI

Concetto di persona classe PERSONA


Astrazione di generalizzazione subset-of

Concetto di concetto classe classe

Studente di impiegato STUDENTE IMPIEGATO

REALTA' PERCEPITA RAPPRESENTAZIONE

IL TIPO DI RELAZIONE CHE SI VIENE AD INSTAURARE TRA LA CLASSE E QUELLE CHE RAPPRESENTANO I CONCETTI GENERALIZZATI E' ANALOGO AL CONCETTO DI SOTTOINSIEME (SUBSET-OF),CIOE' L'INSIEME DELLE ISTANZE DELLA CLASSE DEFINITA MEDIANTE L'ASTRAZIONE DI GENERALIZZAZIONE CONTIENE L'INSIEME DELLE ISTANZE DI OGNI CLASSE GENERALIZZATA.

ESEMPI

LA CLASSE DEI RAPPORTI TRA UNA BANCA E I SUOI CLIENTI DEFINITA COME GENERALIZZAZIONE

DELLE CLASSI CONTO CORRENTE, DEPOSITI , MUTUO ETC

LA CLASSE DEI DIPENDENTI DI UN'AZIENDA COME GENERALIZZAZIONE DELLE CLASSI DIRIGENTE,IMPIEGATO,OPERAIO

LA CLASSE DELLE PERSONE COME AGGREGAZIONE DELLE CLASSE UOMO E DELLA CLASSE DONNA

STRUTTURE PER LA RAPPRESENTAZIONE DEI VINCOLI D'INTEGRITA'

TALI STRUTTURE PERMETTONO DI RAPPRESENTARE NELLO SCHEMA CONCETTUALELE REGOLE CHE GLI OGGETTI DELLA REALTA' PERCEPITA SODDISFANO E CHE ,QUINDI, DEVONO ESSERE RISPETTATE DAI CORRISPONDENTI OGGETTI DELLA RAPPRESENTAZIONE.

I VINCOLI POSSONO ESSERE:

- STATICI

REGOLE RISPETTATE DAGLI OGGETTI DELLA REALTA' OSSERVATA IN QUALUNQUE ISTANTE DI TEMPO

- DINAMICI

REGOLE CHE SONO RISPETTATE DA OGNI EVOLUZIONE DELLA REALTA' E STABILISCONO LE CONDIZIONI CHE DEVONO ESSERE SODDISFATTE DA OGNI TRANSIZIONE DA UNA OCCORRENZA AD UN'ALTRA DI UNA BASE DI DATI

- IMPLICITI

VINCOLI INTRINSICAMENTE DEFINITI SULLE STRUTTURE DI CLASSIFICAZIONE DEL MODELLO DI DATI

-ESPLICITI

TUTTI QUELLI CHE POSSONO ESSERE DICHIARATI ESPLICITAMENTE NELLO SCHEMA CONCETTUALE




TRA TUTTE LE OCCORRENZE DI BASI DI DATI POSSIBILI PER UNO SCHEMA CONCETTUALE, CHIAMEREMO AMMISSIBILI QUELLE CHE SODDISFANO I VINCOLI IMPLICITI, LECITE QUELLE CHE SODDISFANO ANCHE QUELLI ESPLICITI

IN GENERALE I MODELLI DI DATI OFFRONO STRUTTURE DI RAPPRESENTAZIONE ADEGUATE IN PARTICOLARE PER UNA CLASSE DI VINCOLI DETTI DI DIPENDENZA (IN QUANTO DESCRIVONO DIPENDENZE TRA GLI OGGETTI DELLA REALTA')

MODELLO ENTITA'/RELAZIONE

OGNI MODELLO DI DATI UTILIZZA SUE PROPRIE STRUTTURE DI CLASSIFICAZIONE CHE SI POSSONO RICONDURRE AD UNA DELLE ASTRAZIONI VISTE

IL MODELLO SEMANTICO AD ESEMPIO UTILIZZA DIRETTAMENTE LE TRE ASTRAZIONI

IL MODELLO ENTITA-RELAZIONE (SVILUPPATO PER LA PRIMA VOLTA DA P.P.CHEN NEL 1976) UTILIZZA LE TRE SEGUENTI STRUTTURE:

-          ENTITA'

-          RELAZIONE

-          DOMINIO

PERTANTO CIASCUNA CLASSE DI OGGETTI INDIVIDUATA NELLA REALTA' DI INTERESSE DOVRA' ESSERE DEFINITA O COME ENTITA', O COME RELAZIONE O COME DOMINIO; INOLTRE ESISTE LA REGOLA CHE OGNI OGGETTO DEL LIVELLO ESTENSIONALE SIA ISTANZA DI ALMENO UNA CLASSE.

UN'ENTITA' RAPPRESENTA UN INSIEME DI OGGETTI DELLA REALTA' DI CUI SI INDIVIDUANO PROPRIETA' COMUNI .

OGNI ENTITA' E' QUINDI UNA CLASSE ED E' IMMEDIATO NOTARE CHE PUO' ESSERE DEFINITA MEDIANTE UN'ASTRAZIONE DI CLASSIFICAZIONE.

UNA RELAZIONE RAPPRESENTA UN LEGAME LOGICO TRA UN NUMERO QUALUNQUE DI ENTITA'.

OGNI RELAZIONE E' UNA CLASSE ED OGNI SUA ISTANZA DENOTA UNA COMBINAZIONE DI ISTANZE DELLE ENTITA' DA ESSE COINVOLTE.

AD ESEMPIO SE SI E' INTERESSATI AL GENERE LETTERARIO DI UN LIBRO E SONO STATE DEFINITE L'ENTITA' LIBRO E L'ENTITA' GENERE SI POTRA' DEFINIRE UNA RELAZIONE TRA ESSE DI NOME E'-DI- GENERE NEL SENSO CHE DETTA L UN'ISTANZA DI LIBRO E G UN'ISTANZA DI GENERE , OGNI ISTANZA DELLA RELAZIONE E'-DI-GENERE DENOTERA' UNA COPPIA (L,G) PER LA QUALE SI PUO' DIRE CHE IL LIBRO L E' DI GENERE G

UNA RELAZIONE ESSENDO UNA CLASSE SI PUO' VEDERE COME UN'ASTRAZIONE DI CLASSIFICAZIONE, MA ANCHE COME AGGREGAZIONE DELLE ENTITA' IN ESSA COINVOLTE.

UN DOMINIO E' UNA CLASSE LE CUI ISTANZE SONO OGGETTI CHE RAPPRESENTANO VALORI DI UNA PROPRIETA' DI ENTITA' O RELAZIONI

SE CHIAMIAMO ATTRIBUTO LA DESCRIZIONE DI UNA PROPRIETA' DI UN'ENTITA' (O DI UNA RELAZIONE), LO POSSIAMO PERCIO' DEFINIRE COME UNA CORRISPONDENZA TRA UNA ENTITA' (O UNA RELAZIONE) ED UN DOMINIO CHE RAPPRESENTA UN INSIEME DI OGGETTI RAPPRESENTABILI PER MEZZO DI VALORI.

A DIFFERENZA DELLE ENTITA' E DELLE RELAZIONI, LA CLASSE DOMINIO SI DICE PREDEFINITA NEL SENSO CHE LE SUE ISTANZE SONO TUTTE E SOLO QUELLE CHE CARATTERIZZANO IL DOMINIO (IL LIVELLO ESTENSIONALE NON CAMBIA MAI ,QUELLO CHE VARIERA' SARANNO LE ASSOCIAZIONI TRA LE ISTANZE DEL DOMINIO E LE ISTANZE DELLE ENTITA' (O RELAZIONI) MEDIANTE GLI ATTRIBUTI)

RAPPRESENTAZIONE DEI VINCOLI D'INTEGRITA' DEL MODELLO E/R

I VINCOLI IMPLICITI SONO:

1.        OGNI ISTANZA DI RELAZIONE DEVE RIFERIRSI AD ISTANZE DI ENTITA' EFFETTIVAMENTE PRESENTI NELLA OCCORRENZA DELLA BASE DI DATI

2.        DIFFERENTI ISTANZE DELLA STESSA RELAZIONE DEVONO RIFERIRSI A DIFFERENTI COMBINAZIONI DI ISTANZE DELLE CORRISPONDENTI ENTITA'

3.        SE TRA DUE ENTITA' E' DEFINITA UNA RELAZIONE DI SOTTOINSIEME (E S.I. DI F), L'INSIEME DELLE ISTANZE DI E DEVE ESSERE CONTENUTO NELL'INSIEME DELLE ISTANZE DI F (VALE ANCHE PER I DOMINI).

PER QUANTO RIGUARDA I VINCOLI ESPLICITI, IN PARTICOLARE QUELLI DI DIPENDENZA IL MODELLO E/R PERMETTE DI DEFINIRE :

-          VINCOLI DI IDENTIFICAZIONE

PERMETTONO DI SPECIFICARE UN INSIEME DI PROPRIETA' CHE IDENTIFICANO UNIVOCAMENTE LE ISTANZE DI UNA ENTITA'; TALE INSIEME SI CHIAMA IDENTIFICATORE E PUO' ESSERE INTERNO, ESTERNO O MISTO

-          VINCOLI DI CARDINALITA'

PERMETTONO DI IMPORRE RESTRIZIONI SUL NUMERO DI ISTANZE DI UNA CLASSE (ENTITA', RELAZIONI O DOMINI) CHE SONO IN CORRISPONDENZA CON UNA ISTANZA DI UN'ALTRA CLASSE:

-          VINCOLI DI CARDINALITA' MINIMA E MASSIMA DI UN ATTRIBUTO RISPETTO ALLA ENTITA' O ALLA RELAZIONE SU CUI E' DEFINITO MEDIANTE I QUALI SI STABILISCONO IL NUMERO MINIMO E IL MASSIMO DI VALORI DEL CORRISPONDENTE DOMINIO CHE POSSONO ESSERE ASSOCIATI AD UNA ISTANZA DELLA ENTITA' O DELLA RELLAZIONE

-          VINCOLI DI CARDINALITA' MINIMA E MASSIMA DI UNA RELAZIONE RISPETTO AD UNA ENTITA' MEDIANTE I QUALI SI STABILISCONO IL NUMERO MINIMO E MASSIMO DI ISTANZE DELLA RELAZIONE CHE CONNETTONO CIASCUNA ISTANZA DELLA ENTITA'







Privacy

Articolo informazione


Hits: 2503
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2019