Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

Scheda di lettura del libro 'La balera da due soldi ' di Georges Simenon

generale


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di



ALTRI DOCUMENTI

Capitolo II
Il Principe Felice
ANALISI DEL TESTO
AMBITION - KNOWLEDGE
COMUNISMO RUSSO: UGUAGLIANZA O MASCHERA DELL'ASSOLUTISMO?
Il piacere
LA CASA IN COLLINA - CENNI SULL'AUTORE
L'interno della terra
IL VISCONTE DIMEZZATO
L'ANFITRIONE di Plauto

Scheda di lettura del libro

                        "La balera da due soldi "

                 di Georges Simenon

Narratore:        Il narratore è esterno ed esprime anche pareri personali e osservazioni soprattutto nel

                        descrivere i personaggi, adottando di frequente il punto di vista del protagonista.

Tempo:            un'estate tra il 1920 e il 1930; inizialmente il narratore fa riferimento al 27 giugno.

Nella prima parte del racconto vengono narrati fatti risalenti ad alcuni mesi prima, ma tutt 717h74h a la storia si basa su un omicidio avvenuto sei - otto anni prima.



Luoghi: Parigi e la sua provincia; i fatti principali si svolgono alla "Balera da due soldi",

un'osteria nella quale si ritrovano, tutte le domeniche, ricchi commercianti e benestanti artigiani per bere e divertirsi.

                        Alcuni altri luoghi abbastanza importanti sono: la taverna Royale, dove s'incontrano

                        Maigret e James per parlare di Basso e non solo, il paese di Ferté-Alais, dove si

                        nasconde Basso, ed i vari commissariati di Parigi.

Personaggi: Maigret:                 è un commissario della polizia di Parigi che deve indagare sull'omicidio

del signor Feinstein, avvenuto alla "Balera da due soldi", dove lui si trovava per cercare di saperne di più riguardo ad un omicidio avvenuto sei - otto anni prima.

E' un uomo alto, robusto, a cui piace molto fumare e non disdegna un buon Pernod in compagnia o quando ha bisogno di riflettere.

E' sposato, ma nella sua vita, probabilmente, viene prima il lavoro che la moglie.

Si affeziona a James e rimane molto deluso quando scopre che egli è

coinvolto nell'omicidio dello strozzino ebreo chiamato Ulrich.

Marcel Basso: E' un ricco commerciante di carbone che riesce a non fare del denaro

la sua unica ragione di vita; è un uomo alto e robusto, con un carattere giovanile ed esuberante.

E' sposato ed ha un figlio, ma da quasi un anno ha una relazione con Madò, la moglie di Feinstein; sarà proprio questa relazione che lo porterà ad uccidere il marito della sua amante, anche se involontariamente.

James:              E' un impiegato di banca, che come Basso e Feinstein, passa le sue domeniche alla "Balera", giocando a bridge e bevendo Pernod. L'alcol è uno dei suoi vizi, anche se è praticamente impossibile che riesca ad inebriarlo; è sposato ed anche lui in passato ha avuto una relazione con Madò, ma questa gli faceva spendere denaro che lui non possedeva, e per questo egli si è rivolto ad Ulrich "l'usuraio", ma non riuscendo a restituirgli il denaro, lo ha assassinato.

Feinstein:          E' sposato con Madò e per lei spende tutto il suo denaro, ciò lo ha portato ad avere grossi problemi economici anche nella sua bottega d camiciaio. Sa che sua moglie lo tradisce e cerca di ricattare i suoi amanti per ricavarne soldi.

                        E' proprio cercando di estorcere denaro a Basso che trova la morte.




Trama:   Il 27 giugno di un anno non precisato, il commissario Maigret si recò in carcere per comunicare a Lenoir, un giovane pregiudicato condannato a morte, che la sua domanda di grazia era stata respinta; questi, pur non volendo rivelare i nomi dei suoi complici, cominciò a parlare di un fatto avvenuto anni prima: lui ed un suo amico frequentavano allora un locale chiamato "La balera da due soldi", con lo scopo di racimolare qualche soldo con scippi e piccoli furti; una sera, vicino al canale St. Martin, videro uno dei frequentatori dell'osteria che gettava un cadavere nel fiume.

Lo ricattarono per due anni, finché l'assassino traslocò e non fu più reperibile; Maigret s'interessò subito a questo vecchio caso e casualmente venne a sapere dove si trovava la balera.

Il sabato seguente vi si recò per cercare indizi e chiedere informazioni, e fu così che conobbe la stramba compagnia che frequentava quel locale, in particolare familiarizzò con un certo James.

L'indomani dopo una notte d'ebbrezza e divertimento, tutti si dedicarono a gite in barca, allegre discussioni o al gioco del bridge, finché nel pomeriggio un colpo improvviso d'arma da fuoco ruppe quella quiete.

Maigret si recò subito sul luogo da dove era venuto lo sparo, trovando il signor Basso, un ricco commerciante di carbone, con ancora la pistola fumante in mano e il signor Feinstein, camiciaio di professione, a terra, morto.

Chiamata la polizia, il commissario fece arrestare Basso, il quale però riuscì a darsi alla macchia; Maigret non si fece impensierire da questa fuga improvvisa e diede subito inizio alle indagini, interrogando la signora Basso e Madò Feinstein, con la quale Basso intratteneva un relazione amorosa da diversi mesi: l'ipotesi più accreditata fu quella del delitto passionale.

Frugando nel passato del camiciaio, il poliziotto scoprì che si era indebitato per trentadue mila franchi con un tale di nome Ulrich, che era poi improvvisamente scomparso.

Questo Ulrich era un usuraio ebreo che era stato trovato morto in fondo al canale St. Martin.

James aiutò la signora Basso ad eludere la sorveglianza della polizia e a raggiungere il marito; la scientifica però, analizzando la macchina usata per la fuga, riuscì a circoscrivere il luogo delle ricerche. Pochi giorni dopo, fortunosamente, un poliziotto riuscì a localizzare la famiglia in fuga e Maigret poté così arrestare il fuggiasco, che subito confessò di aver ucciso Feinstein senza volere, "per caso".

Al commissariato di Parigi il signor Basso, fu rinchiuso nella stessa cella di James, arrestato per complicità; il commissario reinterrogò l'assassino che confermò la propria colpevolezza e inaspettatamente James, stanco di avere il peso di un delitto sulla coscienza, confessò l'assassinio d'Ulrich, al quale si era rivolto più volte per soddisfare le voglie di Madò, con la quale aveva avuto anche lui una storia d'amore.

Commento personale: la storia è abbastanza avvincente, ma a mio parere l'autore non riesce a far

                                    risaltare la figura di Maigret e, durante la lettura, sembra che il protagonista

                                    sia James.







Privacy

Articolo informazione


Hits: 1679
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2019