Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
 
Architettura
Biologia
Diritto
Economia
Educazione fisica
Filosofia
Generale
Geografia
Italiano
Letteratura
Marketing
Medicina
Scienze Chimica Fisica Geometria Informatica Matematica Ricerche Scienze della materia Scienze della terra
Storia
Tecnica
 
 
 
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

IL PROTOCOLLO TCP/IP - Come funziona TCP/IP

informatica

Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di

ALTRI DOCUMENTI

Esploriamo l'interfaccia I
IL DHTML
MODULO 1 ECDL - RIASSUNTO DI PREPARAZIONE ALL'ESAME
La normalizzazione - I linguaggi per database
COOPERAZIONE TRA PROCESSI CONCORRENTI
LA RETE INFORMATICA
Cos'è Internet e a che cosa serve?
LE RETI - Sistemi di elaborazione e trasmissione delle informazioni
Basi dell'informatica
Oggetto dell'analisi - Algoritmo risolutivo

IL PROTOCOLLO TCP/IP

TCP/IP, il protocollo di comunicazione di Internet, consiste in realtà di una famiglia di protocolli strettamente legati tra loro, di cui TCP (Transmission Control Protocol) e IP (Internet Protocol) sono i 646h74g principali.

In Internet (o meglio nella famiglia di protocolli TCP/IP) sono utilizzati solo cinque livelli OSI (non

vengono usati i livelli di presentazione e sessione).

Come funziona TCP/IP

Quando ci vogliamo collegare con il nostro browser a un server web, stabiliamo un collegamento (virtuale) a livello applicazione. Al livello di trasporto il protocollo TCP mette in coda i messaggi delle applicazioni (browser e server) li indirizza e li trasmette sottoforma di pacchetti; il buon fine della spedizione è attestato da una ricevuta di ritorno. Anche questo è un collegamento virtuale tra le due applicazioni, i cui dettagli sono demandati al livello di rete. Al livello di rete il protocollo IP decide quale strada seguire per trasmettere effettivamente i messaggi da un computer all'altro. Un computer spedisce, l'altro riceve, ma è un collegamento virtuale tra i due computer remoti.Il livello di linea decide come fare il trasferimento del messaggio per ogni singolo tratto del percorso. Questo è un collegamento virtuale tra due computer adiacenti. I dettagli fisici sono lasciati all'ultimo livello.L'ultimo livello, fisico, trasmette fisicamente il messaggio sul cavo sottoforma di impulso elettrico. Questo è l'unico livello in cui avviene una trasmissione effettiva. Per consentire queste comunicazioni, ad ogni signola macchina sulla rete è assegnato un indirizzo IP di 32 bit.

IL SISTEMA DINUMERAZIONI DI RETE TCP/IP

Il sistema di numerazione di rete del protocollo TCP/IP è stato fissato nel 1981. Ad ogni singola macchina della rete viene assegnato un diverso indirizzo IP composto di 32 bit, cioè 4 byte, che la identifica. In notazione decimale, ciò significa quattro numeri ognuno dei quali va da 0 a 255. È usuale separare i quattro byte sia in notazione binaria sia in notazione decimale con dei punti.

Un esempio di indirizzo IP è: 200.133.175.97.

L' indirizzo IP ha una prima parte che può variare da un minimo di uno a un massimo di tre byte che indica il numero di rete e una seconda parte, formata dai byte che rimangono che indica il numero della macchina all'interno della rete.

Gli indirizzi IP si suddividono in 3 classi principali:

Indirizzi di classe A

Più in dettaglio, si è convenuto che negli indirizzi IP il cui primo bit è 0, quindi quelli in cui il primo numero decimale è compreso tra 0 e 127, il primo byte rappresenti il numero di rete, gli altri tre byte il numero ella macchina all'interno della rete.

Struttura di un indirizzo IP di classe A.

Un byte è dedicato alla rete e tre byte sono dedicati al computer; gli indirizzi di questa classe sono adatti a quelle poche, grandi organizzazioni, che hanno reti con numerosi computer.

Con questo tipo di indirizzi si possono indirizzare poche reti 128 in totale, ma in realtà solo 126 perché i numeri di rete 0 e 127 non si possono usare.


Indirizzi di classe B

Negli indirizzi IP i cui primi due bit sono 10, quindi il cui primo numero decimale è tra 128 a 191, i primi due byte rappresentano il numero di rete, e gli altri due byte rappresentano il numero della macchina all'interno della rete.

Struttura di un indirizzo IP di classe B

Due byte sono dedicati alla rete e due byte sono dedicati al computer; gli indirizzi di questa classe sono adatti alle medie organizzazioni, che hanno reti con un numero medio di computer.

Indirizzi di classe C

Infine gli indirizzi IP i cui primi tre bit sono 110, quindi da 192 a 223 si dicono di classe C. Qui, i primi tre byte indicano la rete e l'ultimo byte può indicare, per ogni rete, fino a 254 macchine.

Struttura di un indirizzo IP di classe C

Tre byte sono dedicati alla rete e un byte è dedicato al computer; gli indirizzi di questa classe sono adatti alle numerose piccole organizzazioni, che hanno reti con pochi computer.

Articolo informazione


Hits: 1750
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.