Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

I FRUTTI PURI IMPAZZISCONO

comunicazione


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di



ALTRI DOCUMENTI

IL TERMINE
LINEAMENTI DI DIRITTO PUBBLICO - IL DIRITTO
I FRUTTI PURI IMPAZZISCONO

I FRUTTI PURI IMPAZZISCONO

J.Clifford

4 PARTI:

1.      SU STRATERIE DI RAPPRESENTAZIONE ETNOGRAFICA COME SCAMBI PLURIVOCI COSTRUITI IN SITUAZIONI POLITICHE PARTICOLARI

2.      RAPPORTO ARTE/ETNOGRAFIA/CRITICA CULTURALE

3.      STORIA DEL COLLEZIONISMO

4.      ESPERIENZE STORICHE NON OCCIDENTALI SCHIACCIATE DA TRADIZIONE O IDENTITA' UNIFICATA 242i86c






Parte 1.

* Teoria come "borsa degli attrezzi": teorie come strumento di lotte di potere attinenti alle specificita' in questione

* nel XIX sec. Ricercatori meno autorevoli di missionari POI ('20) Malinowski, Redcliffe-Brown, Mead diedero importanza agli etnografi => affermazione di OSSERVAZIONE PARTECIPANTE.

Nasce l'ETNOGRAFIA= descrizione culturale sintetica basata su osservazione partecipante.

* Diltey: comprensione degli altri attraverso una coesistenza in un mondo condiviso => edificazione di un mondo significativo comune.

* Importanza di antropologia INTERPRETATIVA per l'etnografia per dare importanza ai processi creativi che inventano gli 'oggetti culturali'

RICOEUR:

        Lettura delle culture come TESTI => GEERTZ su importanza di testualizzazione per l'interpret.=> Nasce l'idea di Etnografia Discorsiva, che comprende tutta la cultura ( vs. etnografia dialogica=>difesa da Crapanzano e suo terzo partecipante reale o no come mediatore,Dumont, Dwyer)

        la testualizzazione prima isola e poi contestualizza un fatto/evento rispetto alla realta' in cui e' inserito

-BENVENISTE=> DISCORSO = modalita' di comunicaz. dove il parlante + la situazione si interconnettono. Ricoeur=>dice che da discorso a testo questo deve diventare autonomo=>perdita di imp. Dell' autore di un evento=> diventano testimonianze. -antropologia interpretativa vs. autorita' etnografica +BACHTIN su carattere non-visuale della lingua(usata per rendere conto dell'autorita' etnografica) +non c'e' un punto di vista neutrale sul campo

        problema degli informatori: da Renato Rosaldo (1980) nascita di questo problema=> prima molti studi riportavano testualmente dati provenienti da informatori.

-         MALINOWSKI salda teoria e descrizione riportando testi che lui ammette non aver capito => testo aperto a diverse interpretazioni

-         BACHTIN su analisi di romanzo 'polifonico' (Flaubert vs. Dickens p.64) es. Turner e citazioni dirette + ora si tende a citare gli informatori pero' e' sempre chi viene informato a citare e quasi sempre per fare un esempio o per dimostrarqualcosa

IMP. DELL'ATTIVITA' INTERPRETATIVA DEL LETTORE(grazie anche alla sua > competenza) p.72

Scuola di GRIAULE p.74/75(spediz. Dakar-Gibuti) osservazione partecipante intensiva + svela il carattere teatrale della ricerca

* MAUSS (maestro di Giaule) a favore del metodo intensivo vs. scarsa ricerca sul campo francese + vs. spinta esplicativa della ricerca e a favore della molteplicita' di osservatori per una documentazione con diversi metodi (imp. Della divisione del lavoro)

* per GRIAULE ci sono 2 aspetti della ricerca sul campo: 1. sistema documentario 2.complesso iniziatici=> complementari ma col tempo piu' a favore del complesso iniz.

- per comprendere alcuni segreti indigeni bisogna costantemente esercitare una pressione (vs. affidabilita' degli informatori vs. forma dialogica=> perche' la presentazione dell'informatore all'etnografo e' un esasperare certi aspettia discapito di altri!!)=> a favore di OSSERVAZIONE INTENSIVA => sviluppo di una 'visione globale', panoramica + lunghi periodi di interrogazione degli informatori

- imp. Di incontro con Ogotammeli per rivalutazione del ruolo dell'informatore

* svela il carattere teatrale dell'etnografia (imp. Di contesto coloniale=> rapporto duro coi neri)

-                     da fine anni '60 si e' cominciato a riflettere su questa teatralita'

-                     etnografia come ricerca della verita'

-                     con decolonizzaz. Griaule a favore dell'Africa in senso paternalistico=> etnografia per capire cosa merita di essere salvato

        per Griaule esiste un unico pensiero 'negro' che determina i comportamenti dell'Africa, viceversa per Le iris (segretario di missione Dakar-Gibuti)

CONRAD E MALINOWSKI

Momento in cui nasce l'idea di un io culturalmente costituito:

        XIX sec. Cultura=singolo processo evolutivo. Poi '900 Nietzche, Taylor e RELATIVITA' delle culture (+ Greenblatt su autocostruzione di cultura in '500. 'artefatto culturale' p.117)

        Oggi dopo Durkeim, Saussure, Malinowski linguaggi naturali= finzioni

        Conrad= scrittore in inglese (lingua straniera per lui) come Flaubert



        Malinowski ispirato da J. Frazer e E. Zola + imp. Del DIARY come rivelazione di ambiguita' sul campo

(sia Conrad che Malinowski polacchi sempre un po distaccati dai valori borghesi europei

        Conrad esplicito su posizione ironica rispetto alla verita' (solo implicito in Malinowski) + problema della lingua= per tuttie due contingenza di intreccio di varie lingue => problema di una unita' personale.figuriamoci di una culturale capace di descrivere una cultura! => problema di un 'io unificato' , specialm. Per Malinowski

        Conrad su 'realizzazione del carattere' estremizzata nel suo essere autore in inglese

Per entrambi quindi incongruita' negli scritti

        SALVATAGGIO= per Conrad attraverso un atto di lettura immaginario;

        per M. creare finzioni culturali realiste (Argonauts..=> crea 1- una invenzione romanzesca dei trobriandesi + 2- nuova figura pubblica: l'antropologo come ricercatore sul campo (poi ulterior. Elaborato da Mead) + impegno su matrimonio, scrittura, UNA lingua/cultura/pubblico.


Parte 2.

SURREALISMO ETNOGRAFICO

        specialmente in Francia forte connessione letteratura/scienze-umane che si orientano a vicenda. Imp. Di Andre' Breton in Fra. Per periodo surrealista.

        Benjamin come unione di visione urbana di Baudelaire + sgretolamento dei sensi di Rimbaud + scomposizione analitica della realta' cubista + definizione di bellezza di Lautreamont => surrealismo

        Imp. Di I guerra mondiale per surrealismo + diverse forme e credenze prese dall'Africa, America e Oceania + imp. Dell' 'altro' nella moderna ricerca

        Realta' posta in questione=> relativismo culturale=> imp. Di etnografia intesa come orientamento culturale

        Tendenza a rendere estraneo il familiare

        1925 nasce l'Istituto d'etnologia a Parigi (Mauss/Rivet e altri) + esce il manifesto del movimento surrealista

        Metraux allievo di Mauss, amico di Bataille, attento alla duplice logica dell'interdizione. Si puo' dire che Metraux sta all'etnografia come Bataille al surrealismo artistico!

        Riviere riorganizza il museo del Trocadero (prettamente surrealista nell'impostazione), assunto da Rivet=> collaborazione per Musee de l'Homme (museo con forte scientificita') e del Musee des Arts et Traditions Populaires

        Mauss: la verita' etnografica sovverte continuamente la realta' di superficie + Documents (rivista surrealista) Concezione semiotica della cultura da parte degli scrittori di Documents

        COLLAGE= metodo della rivista (metodo surrealista), ironico e casuale => questo per frammentare la realta', come Ricasso.

        Poi '30 no + Documents ma Minotaure vs. stretto rapporto arte/etnografia

        Imp. Per il surrealismo etnografico delle IMPURITA' CULTURALI, SINCRETISMI

        Trocadero - oggetti mal classificati, dalla missione Dakar-Gibuti (finanziata da molti surrealisti).

        Musee de l'Homme - esponente dell'umanesimo etnografico nascente. Scopo: facilitare l'interpretazione degli artefatti. Volevano contemplare una umanita' come un tutto ma l'occidente non era minimam. Messo in discussione!




        1928 College de Sociologie come alternativa al M. de l'Homme. Cercava di conciliare rigore scientifico a esperienze personali nello studio dei processi culturali

        Leiris contrario all'opposizione oggettivita'/soggettivita' delle pratiche scientifiche.

SURREALISMO=DEFAMILIARIZZ. + COLLAGE p.175 vs UMANISMO=RENDE IL DIVERSO COMPRENSIBILE.

        SEGALEN. Imp. Di ricerca del diverso attraverso lo spostamento ma il diverso si rivela non un altro ma l'io stesso dell'osservatoreche negli altri scorge rapidamente uno specchio mai uguale di lui stesso => piccola spaccatura nel soggetto

        LEIRIS. Suoi libri sono somma di esperienze non cronologiche contro l'idea di poter dare forma pubblica alle esperienze personali! => tutto attorno alla sua soggettivita'vs. il rendere conto della propria vita. Concezione teatrale del soggetto + amico di Cesaire. Segretario di Dakar-G.

        Cesaire. Scrittore surrealista fissato col termine preciso, oscuro (carattere di indeterminazione radicale), crea neologismi tra cui negritudine.


Parte 3.

Nel 1910 Picasso riconosce gli oggetti della West fifty-third st. come 'arte' formidabile.

=>affinita' del tribale col moderno => obiezioni: 1. + oggetti (+ culture) si conoscono piu' e' trovare affinita' 2. l'invenzione e' vasta ma non infinita + gli oggetti sono affini in quanto tutti vs. arte tipica rinascimentale (e' facile esserlo!).

        MOMA incentrato su questa affinita' pero' non riesce a comunicare altro che la voglia dell'occidente di collezionare il mondo! => ridefinizioneal MOMA di arte alta mediata da un'america immaginaria.

        Poi dal '900 si parlava di arte primitiva/esemplari etnografici=> da 'feticci' a sculture=> al MOMA 'sti oggetti totalm. Fuori l'idea di cultura d'origine: era compito degli antropologi!IDEA DI ARTE UNIVERSALMENTE RICONOSCIBILE.

        Inaccettabilita' ormai dell'idea che solo l'occidente viva una storia e gli altri popoli NO! (al MOMA tutte le opere collocate nel passato!)

+ si puo' tranquillamente unire scientificita' etnografica e estetica (American Museum of Natural History) - idee di mostre su arte 'impura', 'inautentica'.

        collezionismo come aspirazione ad una esperienza interiore di borghesi p.255/256

        quadro semiotico di Grimes ripreso da Jameson per autenticita' (sistema arte/cultura)p. 259

        passaggio da bellezza come semplice essere raro o stravagante ad oggetto collezionabile come attestato di una cultura a testimonianza.ETNOGRAFIA COME FORMA DI COLLEZIONISMO CULTURALE!! P. 269

        Levi-Strauss a New Youk scopre il fascino della varieta' della citta' + VVV p.279

        Ralph Coe (1986) mette in questione il pregiudizio secondo il quale le opere tribali di pregio stiano scomparendo => mette in discussione i criteri di valutazione della autenticita'/purezza.


parte 4.

        Orientalism di Said: vs. idea occidentale di "Oriente" => estensione di questa critica a tutta l'antropologia - imp. di Foucault per Said: F. dice che tutto l'ordine culturale e' dato da definizioni discorsive => secondo Said non esiste oriente se non per l'occidente!

BISOGNO, PER L'ANTROPOLOGO, DI ESSERE SEMPRE 'IN TERRA STRANIERA'!!







Privacy

Articolo informazione


Hits: 1980
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2019