Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

RELAZIONE DI TECNOLOGIA SULLA PROVA DI MAGNETOSCOPIA

tecnologia


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di



ALTRI DOCUMENTI

La siderurgia è il settore della metallurgia
TIPI DI CORROSIONE - LA CORROSIONE NEGLI AMBIENTI UMIDI
Ricerca di tecnologia - Ricerca di tecnologia sulla produzione dell'acciaio
LABORATORIO DI TECNOLOGIA - Relazione di Tecnologia - Taratura di un Calibro a Corsoio
MODULO DI TECNOLOGIA INDUSTRIALE I MATERIALI - Proprioetà dei materiali
TEMA DELL'ESERCITAZIONE:controllo della scala di un comparatore e di un micrometro
Case - Abitazioni dei primitivi
Le origini della motocicletta
RELAZIONE DI TECNOLOGIA SULLA PROVA DI MAGNETOSCOPIA

RELAZIONE DI TECNOLOGIA SULLA PROVA DI MAGNETOSCOPIA

1.0  GENERALITA'

La prova magnetoscopica è una prova non distruttiva per controllo (o collaudo)di un materiale.

La prova consiste essenzialmente nel MAGNETIZZARE un determinato pezzo campione che vogliamo analizzare per individuare eventuali cricche. La magnetizzazione avviene attraverso un passaggio di corrente nel pezzo in esame. A seconda della PERMEABILITA' del materiale in esame, ovvero a seconda della capacità del pezzo di farsi attraversare da un campo magnetico, avremo 959c25j un pezzo più o meno caricato elettromagneticamente.

Esistono materiali che reagiscono in modo differente al passaggio di campo magnetico; questo essenzialmente dipende dal loro grado di permeabilità mR:

a) MATERIALI FERROMAGNETICI: attirano al loro interno il campo magnetico mR<1

b) MATERIALI PARAMAGNETICI: non subiscono alterazioni magnetiche mR=1



c) MATERIALI DIAMAGNETICI: respingono il campo magnetico mR>1

La prova di magnetoscopica si basa proprio sulla permeabilità dei materiali, perciò solo i materiali ferromagnetici potranno essere esaminati attraverso questa prova.

A seconda di come orientiamo il campo magnetico, potremo ottenere un esame del pezzo longitudinale o trasversale. Consideriamo un pezzo chiuso tra due morse, facciamo passare corrente tra le due, si crea un campo magnetico che attraversa il pezzo in modo longitudinale (con una forma spirale). Se noi vogliamo esaminare il pezzo trasversalmente dovremo utilizzare un SOLENOIDE caricato elettricamente, facendo passare il pezzo all'interno del solenoide, il campo magnetico analizza il pezzo trasversalmente come si può vedere in figura. Questo può essere spiegato facilmente se si prova ad immaginare l'intensità di corrente come una linea orizzontale; intorno ad essa si crea un campo magnetico che si "avvita" a spirale.

Dopo aver magnetizzato il nostro pezzo per andare ad individuare le cricche presenti su di esso, si spruzza della polvere di ferro o magnetite, finemente polverizzata. La polvere si distribuisce sulle zone interessate da cricche poiché lì la cricca stessa da spazio al campo magnetico per uscire dal pezzo.

2.0  ESECUZIONE DELLA PROVA

L'esecuzione della prova avviene davanti ad una macchina dotata di due morse tra le quali si blocca il pezzo. Sulla macchina s'imposta la corrente che si vuole utilizzare a seconda del tipo d'esame che vogliamo effettuare:

-CORRENTE ALTERNATA: per determinare discontinuità superficiali

-CORRENTE ALTERNATA MONOFASE A SEMIONDE: per determinare discontinuità subsuperficiali

-CORRENTE ALTERNATA MONOFASE RADDRIZZATA AD ONDE INTERE: per determinare discontinuità interne.

Al momento della prova ci troviamo di fronte alla  macchina, dove fissiamo il pezzo e sblocchiamo i dispositivi di sicurezza, e di  fronte ad un pannello di controllo; da qui noi decidiamo come effettuare il collaudo del pezzo.

Innanzitutto decidiamo la potenza che vogliamo utilizzare per la prova attraverso il SELETTORE DI POTENZA, impostiamo la corrente che ci serve, nel nostro caso durante la prova in laboratorio abbiamo utilizzato una CORRENTE ALTERNATA, infine si decide se effettuare prima un esame longitudinale o trasversale.

Iniziando dall'esame longitudinale si fa passare corrente tra le due morse, si stacca la macchina e, in totale sicurezza data l'assenza di corrente, si può spruzzare la polvere di ferro sul pezzo. Con la lampada a raggi U.V. si esamina poi la  superficie del pezzo e si possono così individuare le cricche.




Per l'esame trasversale, le operazioni che avvengono sono le stesse che per l'esame trasversale, cambia però il modo di esaminare il pezzo. Se precedentemente infatti, per ottenere il passaggio di corrente era necessario il collegamento tra le due morse effettuato dal pezzo, in questo caso è il solenoide stesso che chiude il circuito. Il solenoide viene attraversato dal pezzo che subisce così l'esame trasversale, finita questa operazione, come prima si procede alla copertura con la polvere ferrosa e al controllo.

3.0CONSIDERAZIONI

La prova di magnetoscopia, ha alcuni vantaggi rispetto alla prova dei liquidi penetranti, e delle caratteristiche negative invece:

VANTAGGI

SVANTAGGI

Permette un esame più preciso;

Permette un esame più in profondità;

Non richiede una precedente pulizia del pezzo;

Velocità nell'esecuzione della prova

Non si può effettuare su tutti i materiali;

E' scomoda rispetto alla prova dei liquidi penetranti, per le dimensioni notevoli che richiede l'apparecchiatura;

Non sono ancora chiari i rischi nell'utilizzo dei campi magnetici;

 







Privacy

Articolo informazione


Hits: 2054
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2019