Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

UOMO E AMBIENTE

ricerche


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di



ALTRI DOCUMENTI

Separazioni e divorzi
IL PROBLEMA DEL LAVORO
Lina Unali e la sua esperienza in Somalia
Le due culture, un problema della società attuale?
Elegia
Le armi da fuoco - Fucili a pietra focaia
FT- IR (Fourier transform infrared spectrum)
Relazione sul nuovo esame di Stato
Venti di guerra verso la macedonia
MALATTIE SESSUALI

UOMO E AMBIENTE

Nel passato il delta era un ambiente completamente selvaggio e gli uomini che vi abitavano non vivevano una vita facile, perchè il clima era malsano con la malaria e le inondazioni che lo rendevano un luogo ostile. A volte il delta era necessario per punti

d 'appoggio, come il commercio e la navigazione.

In tempi sucessivi, le saline di Comacchio offrivano un incentivo economico a chi viveva in mez 828c24i zo alle paludi;offriva vantaggi ma chiedeva anche sacrifici.

CACCIA E PESCA

Le più antiche attività umana svolta nel delta erano: la caccia, la pesca e la raccolta, che si potevano praticare ovunque in libertà.Una delle poche eccezioni a questa regola era la riserva di caccia di Alfonso II D 'Este a Mesola.

Oggi la caccia è una passione e un divertimento per molti,ed è diventata fonte di considerevoli entrate, addirittura superiori a quelle provenienti dalla normale attività di pesca.

Goro è uno dei porti pescherecci più importanti dell 'alto Adriatico, ma con i ricorrenti problemi di inquinamento ed eutrofizzazioni, la pesca in mare aperto va perdendo importanza a favore della pesca delle vongole nella laguna; sucessivamente la sua semina nella laguna ha provocato in pochi anni una rivoluzione nella vita e nell 'economia del delta, mentre le cooperative di pescatori raggiungono fatturati annui di molti miliardi.

      

BOSCO DELLA MESOLA

Il bosco della Mesola e ciò che resta della grandiosa foresta in cui il Duca Alfonso II D'Este andava a caccia. Vi crescievano farnie, carpini e soprattutto

magnifici esemplari di leccio che raggiungono i 15 m

di altezza.Vicino alla costa invece predominano i pini domestici.

Negli anni 30 la sua superficie era il doppio di quella attuale ed era protetta da paludi che con scellerata bonifica dell'ultima di queste,la Valle della Falce ,il bosco perse un importante elemento regolatore del suo microclima è una parte importante del suo paesaggio.

         

I PROBLEMI DELL'AMBIENTE

Queste sono solo le più recenti di una lunga serie di

alterazioni che hanno cambiato la fisionomia del delta negli ultimi vent'anni. Di esse la più riuscita è senza dubbio la costruzione di una centrale termoelettrica. Questa centrale è molto dannosa per l'ambiente; infatti inquina molto ed ha un pessimo impatto visivo nel paesaggio, dovuto soprattutto alla ciminiera alta 250 metri ed ai numerosi tralicci dell'alta tensione.

Da anni si realizzano scavi, opera di regimazione e deviazione dei corsi d'acqua. Di questi lavori, il più imponente e pieno di conseguenze è stato il taglio dell'ultimo meandro del Po, che ha accorciato il fiume di circa un chilometro.

Un altro caso grave è stato quello di distruggere splendidi boschi, posti lungo gli argini del fiume e tale dis

truzione equivale alla disattivazione di un depuratore naturale in grado di assorbire azoto, fosforo e sostanze organiche, altrimenti destinate ad inquinare.

 







Privacy

Articolo informazione


Hits: 837
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2019