Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
 
Architettura
Biologia
Diritto
Economia
Educazione fisica
Filosofia
Generale
Geografia
Italiano
Letteratura
Marketing
Medicina
Scienze Chimica Fisica Geometria Informatica Matematica Ricerche Scienze della materia Scienze della terra
Storia
Tecnica
 



 
 
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

Tibullo

ricerche

Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di


ALTRI DOCUMENTI

LE RISORSE UMANE NELL'ORGANIZZAZIONE DELL'IMPRESA
Leonardo da Vinci - Ritratto di Ginevra Benci
Il Partenone
Bar = Lavorare al bar
L'ETA' DI GIOLITTI
LA SESONOJ
Il Sogno del Poeta
Tibullo



Tibullo

Tibullo, Albio (? 54/48 - ? 18 ca. a.C.), poeta latino. Pare appartenesse a ricca famiglia equestre, le cui terre si trovavano fra Tivoli e Palestrina, a Pedo, dove infatti egli mantenne il possesso di una villa. Quando Marco Antonio e Ottaviano confiscarono molte proprietà da assegnare ai loro soldati, egli perse gran parte del latifondo appartenente alla famiglia. Le poche notizie che abb 515b15f iamo della sua vita ci vengono da rare allusioni nelle sue elegie e da Orazio, che gli dedicò due componimenti. Fu amico di Valerio Messalla Corvino, che coltivava un circolo letterario e che lo protesse sempre. Messalla lo volle nel proprio seguito durante una spedizione in Aquitania (31 a.C.) e poi in un' altra campagna compiuta in Oriente. Nel viaggio di ritorno, Tibullo si ammalò e dovette fermarsi per qualche tempo a Corcira, l' attuale Corfù. Visse gli ultimi anni della sua breve vita fra la prediletta residenza di campagna e Roma.
Si devono certamente a Tibullo i primi due libri di elegie del Corpus tibullianum, che comprende opere anche di altri autori appartenenti al circolo di Messalla, nel quale Tibullo era il personaggio di maggior spicco. Dai versi fluidi delle Elegie, che cantano l' amore per due donne, Delia e Nemesi, traspira con naturalezza un generale sentimento meditativo e una sorta di spiritualità agreste e arcadica.


lo stile di Tibullo

La caratteristica pi&Ěgrave; palese della poesia di Tibullo è la sincerità e la spontaneità dell' espressione: che rivela la perenne inquietudine e la profonda melanconia del suo spirito. La passione amorosa assume in lui un tono di delicata dolcezza, ma anche di strana e rassegnata inerzia, come se egli attendesse - o pretendesse - che l' amore della donna venisse a lui da se stesso, senza che egli nulla faccia per conquistarlo o conservarlo. Domina nei suoi versi il contrasto fra l' avversione che egli prova per gli errori delle guerre, e l' attaccamento che sente per la serenità della pace agreste, considerata come l' unico rifugio della sua vita. Il suo stile fu ben definito da Quintiliano “tersus atque elegans” (senza macchia e senza volgarità) e da Marziale “argutus”, cioè armonioso. Ed è infatti chiaro e limpido senza affettazioni retoriche, ed anche senza quello sfoggio di erudizione mitologica, proprio di Properzio. La sua opera rivela lo sforzo di una scrittura attentissima, dove la semplicità stessa è il risultato laborioso di una scelta artistica, il segno visibile di una fiducia attribuita alle parole e alla loro forza espressiva.


© 1999 Marco Carbone, Domenico Cocco, Mario Giacalone, Giorgio Stampa.

Articolo informazione


Hits: 1304
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.