Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
 
Architettura
Biologia
Diritto
Economia
Educazione fisica
Filosofia
Generale
Geografia
Italiano
Letteratura
Marketing
Medicina
Scienze Chimica Fisica Geometria Informatica Matematica Ricerche Scienze della materia Scienze della terra
Storia
Tecnica
 



 
 
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

Tema: Spiega quali sono le tue preferenze nel campo del cinema

ricerche

Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di


ALTRI DOCUMENTI

LE FONDAZIONI - Le prove dirette
LIBRI DI TESTO: scontro sulla proposta di AN
Giocattoli
LE ARMI ATOMICHE
Properzio
Nuova pagina 2
Il problema profughi in Italia
I LAPPONI

Tema: Spiega quali sono le tue preferenze nel campo del cinema e quali sono gli arricchimenti personali e culturali che il cinema può offrire.


Non sono un assiduo frequentatore delle sale cinematografiche, ma comunque quando capita l'occasione di assistere alla proiezione di un film al cinema non la disdegno assolutamente.

Le mie preferenze per quanto concerne il tipo di film non sono molto rigide, ammetto un'ampia gamma di generi e sotto-generi anche piuttosto diversi fra loro: i generi che gradisco spaziano dalla fantascienza all'avventura, d 757d39h alla commedia ai "film impegnati". Vi sono però dei tipi di film che proprio non mi piacciono: i gialli perché costringono lo spettatore ad un lavoro mentale per la ricostruzione della vicenda trattata, cosa che non gradisco minimamente dal momento che un film non deve mai essere troppo criptico per lo spettatore; un altro genere che non vedo volentieri è sicuramente il thriller, poiché spesso presenta una complessità di comprensione da parte dello spettatore inutile, poiché è fine a se stessa, visto che raramente nei film di questo genere sono implicate tematiche di largo respiro.

Io penso che il film sia uno straordinario veicolo di informazioni, di qualsiasi natura esse siano: si va dal semplice divertimento al messaggio sociale su cui riflettere. Dato il gran numero di varietà di film disponibili io penso che non si possa fare un discorso unitario sul cinema, poiché questo settore presenta delle suddivisioni interne così diverse fra loro che una trattazione complessiva finirebbe certamente con l'essere superficiale o quanto meno molto generale.

Ogni suddivisione del cinema ha un certo valore e delle precise conseguenze nello spettatore singolo e nella collettività più in generale: le commedie generalmente non sono troppo impegnate su temi seri, al massimo questi temi sono presenti come sfondo ad una vicenda comica o comunque a lieto fine. Lo scopo dichiarato della commedia è divertire lo spettatore, o almeno trasmettergli buone sensazioni cercando di smussare le difficoltà della vita, mostrando come queste possano sempre essere superate quando vi sono elementi tipicamente identificati con "i bei sentimenti" (il bene come l'amore, l'amicizia, la lealtà, l'onestà, eccetera).

La commedia potrebbe quindi sembrare trascurabile per quanto riguarda l'utilità effettiva che i film di questo genere potrebbero dare alla società: certamente i film dichiaratamente impegnati su argomenti seri, come quelli storici, contengono sempre un numero di messaggi ben superiore a quello trasmesso dalle commedie, però è anche vero che questo genere di film sono spesso "pesanti" per lo spettatore, il quale tendenzialmente li evita, a meno che non si tratti di veri e propri capolavori. La commedia, pur non trattando quasi mai argomenti impegnativi direttamente, può comunque mostrare consuetudini e tendenze di un certo contesto (la condizione della donna in Inghilterra in età vittoriana, per esempio) con un linguaggio comprensibile e immediato per lo spettatore, specie se la commedia è ambientata nel suo contesto di vita.

La valutazione che ho sui film di avventura è del tutto analoga a quella che ho sulle commedie, dal momento che le considerazioni che si possono fare su questo genere sono le stesse che si possono fare per il genere precedente, soprattutto perché la variazione fra le due tipologie di film è veramente labilissima. Nei film di avventura vi è una forte presenza dell'azione al fine di fare leva sull'immaginario di un gran numero di persone che si immedesimano negli eroi creati dal cinema: la trattazione di tematiche serie rimane però come sfondo (nel migliore dei casi) e quasi sempre nel finale è il bene a prevalere sul male.

I "film impegnati" penso che siano quelli più densi di significati e di messaggi, per cui sono i film che più contribuiscono all'evoluzione culturale e personale dello spettatore, magari anche se egli non gradisce il genere. Film come "Salvate il soldato Ryan" di Steven Spielberg hanno dei contenuti di molti tipi: esprimono determinati valori (la superiorità della libertà al totalitarismo del nazi-fascismo), ricostruzioni storiche accurate (le abitudini della società dell'epoca), contenuti morali (la solidarietà fra soldati in guerra) e potrei aggiungerne molti altri. Un film di questa complessità richiede ovviamente un certo impegno mentale da parte dello spettatore, il quale spesso non è disposto a concederlo per qualsiasi film che tratti tematiche complesse, ma solo quando si è di fronte a dei capolavori che presentano anche una certa spettacolarità nell'esposizione dei fatti, al fine di stimolare l'emotività e l'immaginazione di coloro che vanno al cinema.

La fantascienza ritengo che sia un genere invece dedicato per la gran parte al divertimento dello spettatore, facendo soprattutto leva sulla sua immaginazione. Particolari arricchimenti personali e culturali non credo che possano provenire da questo tipo di film, eccetto particolari e limitati contenuti morali, che comunque sono marginali rispetto al film di fantascienza considerato nel suo complesso.

Fra tutti i generi che ho elencato i più importanti, per quanto concerne i contributi che possono dare all'evoluzione della società civile, sono sicuramente la commedia e i "film impegnati".

Prima di illustrare le motivazioni di questa mia doppia predilezione ritengo sia giusto illustrare la mia definizione di spettatore cinematografico: uno spettatore è colui che va al cinema per uscire dai normali limiti della sua vita quotidiana, e quindi si può affermare che va al cinema per sognare. Questa "evasione" può avvenire in tanti modi, che rispecchiano altrettanti generi cinematografici, ma solo le due tipologie di film che ho elencato prima penso che invitino lo spettatore a riflettere in vario modo sulla realtà passata, presente e futura.

Su temi di ampio respiro penso che i colossal siano quelli più significativi per quanto concerne gli arricchimenti personali e culturali, ma anche più complessi per cui è necessario che siano sicuramente verosimili, ma non devono assolutamente tralasciare il fatto che sono prodotti per essere visti da gente comune, e quindi non devono in alcun modo essere criptici e anzi devono cercare di coinvolgere il più possibile l'immaginazione dello spettatore-tipo.

Sui temi quotidiani, di natura sociale perlopiù, le commedie sono il genere più importante: se vengono trattate vicende attuali il coinvolgimento dello spettatore, a tutti i livelli, diventa molto alto e quindi una commedia può anche divenire origine di una nuova moda o di una nuova corrente di pensiero, specie se è critico verso certi usi e/o costumi. Naturalmente una commedia ben difficilmente potrà assumere il ruolo di "denuncia sociale" di un fenomeno particolarmente negativo: solitamente infatti del fenomeno che si vuole contestare si evidenziano i tratti negativi e li si enfatizzano anche, per cui a tale scopo si adattano meglio i film drammatici.

Articolo informazione


Hits: 1130
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.