Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

LIBRI DI TESTO: scontro sulla proposta di AN

ricerche


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di



ALTRI DOCUMENTI

LE FONDAZIONI - Le prove dirette
Realizziamo un Erbario
1
LE RISORSE UMANE NELL'ORGANIZZAZIONE DELL'IMPRESA
Le costruzioni ferroviarie e il loro finanziamento
LIBRI DI TESTO: scontro sulla proposta di AN

LIBRI DI TESTO: scontro sulla proposta di AN

 

Si sostiene che si stia ricostituendo il Minculpop. Per la prima volta dopo la fine del regime sarebbe restituita la censura sui libri di scuola, facendo così rinascere i cosiddetti libri di Stato. I libri di testo per 444i84e le scuole sono infatti considerati dagli esponenti del Centrodestra come delle farse, come il veicolo della "mistificazione storiografica marxista". Ritengono che bisogna istituire una commissione di esperti che esegui un'attenta analisi dei volumi diffusi nelle classi.

 Ed è proprio Fini, presidente di AN, insieme alla Lega, a schierarsi per l'approvazione di questa proposta, in cui è però visto piuttosto distaccato rispetto agli alleati del Polo. E' intervenuto anche il Ministro della Pubblica Istruzione De Mauro, che definisce questa iniziativa "un'interferenza assolutamente condannabile nelle scuole e nelle scelte degli insegnanti".

"Sono tornati i fascisti che vogliono censurare storici e professori", tuona l'Ulivo. "E' un attacco alla storia e alla memoria del paese" commenta Veltroni. "E' un impasto di intolleranza e xenofobia, di incultura e di razzismo", accusa pesantemente il segretario del DS.

E non è forse vero che sarebbe un'imposizione del proprio punto di vista modificare pagine di libri che contengono la nostra storia e la nostra civiltà? D'altronde siamo in un paese dove c'è libertà di pensiero, dove gli storici sono liberi di scrivere manuali molto spesso di parte, ma dove anche gli insegnanti possono scegliere i libri di testi che ritengono più idonei. Anche gli autori ammettono che a volte ci sono forzature, ma non possono essere i politici a risolvere il problema. Ad ognuno il suo lavoro, che i politici stessero alla Camera, e che gli storici scrivessero libri di testo. E' uno scontro tutto politico, nel quale viene messa in mezzo la cultura dei ragazzi. Si sa che esistono libri di parte, che si sbilanciano sulla destra o sulla sinistra, e sarebbe l'inizio di un ritorno al totalitarismo modificare frasi sul terrorismo rosso, su Berlusconi o sui lager. Spetta agli insegnanti scegliere i testi da usare. 

Serena Sebastiani







Privacy

Articolo informazione


Hits: 865
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2019