Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

Il petrolio - GENESI DEL PETROLIO, MORFOLOGIA E STRUTTURA DEI GIACIMENTI

chimica


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di



ALTRI DOCUMENTI

VALENZA - Valenza elettrochimica
POTERE DI UNA SOLUZIONE TAMPONE
legge di Lavoisier
Equilibri chimici e principio di Le Chateliėr
Manganese - Proprietą e fonti
TITOLAZIONE VOLUMETRICA ACIDO FORTE - BASE FORTE CON USO DI INDICATORE
TAVOLA PERIODICA DI MENDELEEV - LA MODERNA TAVOLA PERIODICA
MET+ O ą OSSIDO
IL QUARTO STATO DELLA MATERIA: IL PLASMA - fusione nucleare
Inquinamento da PVC - Il PVC

Il petrolio

Il petrolio č un idrocarburo ed č tra i pił diffusi del mondo.

Gli idrocarburi sono composti di C e H e altri elementi tra cui N, O e S.

Gli idrocarburi si possono distinguere in:

1.       Idrocarburi naturali

a)       Idrocarburi solidi e semisolidi (asfalto, bitume, ecc.)



b)       Idrocarburi liquidi (petrolio grezzo)

c)       Idrocarburi gassosi (metano, butano, etano ecc.)

 

Il petrolio ricade nella categoria degli idrocarburi liquidi

 

Genesi del petrolio

 

Il petrolio deriva essenzialmente da fonti organiche vegetali e animali.

L'azione della temperatura, pressione abbinata all'attivitą catalitica dell'argilla e all'azione batterica sono i fattori determinanti nella genesi del petrolio.

 

Ambienti favorevoli alla formazione del petrolio:

a)       Acqua marina salmastra e dolce in grado di ricevere abbondante materiale organico;

b)       Subsidenza accentuata e continua concomitante con un'abbondante apporto argilloso;

c)       Zone e aree deltizie lagunari, ed in generale, zone di transizione da un ambiente neritico ad acque relativamente profonde.

 

Le serie petrolifere

 

Sono chiamate petrolifere le serie stratigrafiche, di origine sedimentarie, che presentano giacimenti di petrolio.

 

Dal punto di vista litologico le serie petrolifere complete si compongono della roccia-madre, ossia del sedimento organogeno da cui trae origine il petrolio, la roccia-serbatoio, roccia permeabile per porositą o fessurazione, in cui il petrolio si raccoglie e la roccia di copertura, impermeabile, che limita verso l'alto il giacimento petrolifero.

 

La genesi di un giacimento petrolifero, ossia di un accumulo sufficientemente grande da consentire una produzione industriaņle, richiede in generale tre condizioni principali:

a)        Presenza di una roccia-serbatoio (sabbie, arenarie, calcari, dolomie, ecc.), che dreni le roccie madri e convogli i fluidi, ossia acqua e idrocarburi dispersi, verso gli "alti strutturali";

b)        Presenza di una roccia di copertura capace di filtrare o, comunque, ostacolare il passaggio degli idrocarburi e gli ioni dispersi o disciolti nell'acqua di strato;

c)        Una conveniente configurazione della roccia-serbatoio e di quella di copertura che consenta l'afflusso di grandi masse di fluidi verso le "trappole"




ll maggior numero di giacimenti petroliferi noti sono formati da alternanze di sabbie, argille o marne. Accanto a queste litologie č possibile trovare dei giacimenti in rocce carbonatiche e dolomitiche.

 

 Le serie petrolifere sono, in generale, povere di fossili macroscopici per la povertą di ossigeno che caratterizza l'ambiente propizio alla genesi del petrolio.

 

Le serie petrolifere hanno spesso potenze di migliaia di metri che denota la loro genesi in fosse marine soggette a una forte subsidenza.

 

Morfologia e struttura dei giacimenti

 

 

Tutte le situazioni geologiche che danno luogo ad accumuli di petrolio, quali che siano i loro caratteri, prendono il nome di trappole petrolifere.

Tipi di trappole:

1.       Trappole strutturali

a)        Accumuli di idrocarburi in anticlinali o in cupole strutturalmente chiuse

b)        Accumuli di idrocarburi per chiusura da faglia

c)        Accumuli di idrocarburi in fratture prodotte da deformazioni tettoniche

 

2.       Trappole stratigrafiche:

a)        Accumuli di idrocarburi in lenti sabbiose, canali, barre costiere, bioherme

b)        Accumuli di idrocarburi in lenti di porositą (zone porose isolate)

 

3.       Trappole miste:

a)        Accumuli di idrocarburi in rocce serbatoio troncate a "monte", ossia verso l'alto, da una discordanza;

b)        Accumuli di idrocarburi in rocce-serbatoio, ad assetto monoclinale, con una perdita di porositą verso l'alto







Privacy

Articolo informazione


Hits: 3330
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2019