Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

"L' Haiku come un attimo di vita che diventa verso"

poesia


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di



ALTRI DOCUMENTI

IL MARE E' TUTTO AZZURRO - ANALISI DEL COMPONIMENTO
MENICHETTI, Metrica italiana, fondamenti metrici, prosodia, rima, Antenore
IO VOGLIO DEL VER LA MIA DONNA LAUDARE
A Silvia - PARAFRASI
Parafrasi de "Il passero solitario" di Giacomo Leopardi
San Martino - Analisi del componimento
L'ANALISI DI UN TESTO POETICO
"L' Haiku come un attimo di vita che diventa verso"

"L' Haiku come un attimo di vita che diventa verso"

L' haiku un brevissimo componimento poetico nato in Giappone nel XVII secolo.

E' composto da tre versi, il primo di cinque sillabe, il secondo di sette, e il terzo nuovamente di tre. Se non per inserire un nome proprio, 424c29e ad esempio di un fiore, un haiku non pu mai avere un numero di sillabe n' maggiore o minore di diciassette.

Cimentarsi con gli Haiku significa osservare il mondo con occhio attento. Costringe a liberarsi delle sovrastrutture, delle parole inutili e superflue, di tutti i concetti che contemporaneamente si affollano attorno ad un evento, ad una esperienza, ad una sensazione. Ci spinge a "guardare" e soprattutto a "cogliere" l'essenza di un accadimento di cui siamo testimoni, la sostanza di una esperienza, il centro di una emozione.

Per loro natura gli haiku non hanno mai un titolo.

All'interno di ogni haiku costante la presenza di un KIGO, ossia una parola o situazione che fa riferimento a una delle quattro stagioni. Per questo esiste lo SAIJIKI, un dizionario contenente un elenco completo di tutti i riferimenti stagionali.



Basho

 

Shiki

la primavera parte:
pianto fra gli uccelli e lacrime
negli occhi dei pesci

yuku haru wa
tori naki uo to
me wa namida

primavera

nella sera di primavera
quale lettura per l'uomo
senza compagna?

kunpu ya
senzen no midori
tera hitotsu

separazione-
le spighe dell'orzo
tormentate fra le dita

mugi no ho wo
chikara ni tsukamu
wakare kana

estate

lievi lievi
spiriti dei morti, venite qui
e rinfrescatevi

fuwa-fuwa to
naki rei koko ni
kite suzume

inizio d'autunno:
nel mare e nei campi
un verde solo

hatsuaki ya
umi mo aota no
hito midori

autunno

vento d'autunno:
viviamo, e ci guardiamo l'un l'altra,
tu ed io

akikaze ya
ikite aimiru
nare to ware

languore d'inverno:
nel mondo di un solo colore
il suono del vento

fuyugare ya
yo wa hito iro ni
kaze no oto

inverno

capodanno:
tra cielo e terra
inizio d'armonia

ganjitsu wo
tenchi wago no
hajime kana

Deriva dal Tanka, componimento poetico di trentun sillabe.
Si scrivevano poesie Tanka gi nel IV secolo. Il Tanka formato da cinque versi con una quantit precisa di sillabe per ogni verso: il primo verso contiene cinque sillabe, il secondo sette sillabe, il terzo cinque sillabe, il quarto sette sillabe, il quinto sette sillabe. Eliminando gli ultimi due versi si formato l'Haiku.




Altri studiosi ricercano l' origine dell' haiku nel "renga" (verso "a catena"), che verso il XI-XII secolo divenne popolare. Il renga era una specie di gara o gioco poetico nel quale i partecipanti, dato un primo verso come tema, aggiungevano versi da 14 o 21 sillabe; tali versi, composti in modo indipendente, erano poi associati "a catena", il primo verso con la composizione precedente e l'ultimo con quello successivo. Verso il XV secolo il renga si trasform in "haikai renga", ossia delle composizioni a catena di poesie di 17 sillabe, i cui soggetti erano comico-satirici. Verso la fine del XV secolo il componimento a catena viene abbandonato e rimane semplicemente l'haikai (o haiku). Bash il poeta che nel XVII secolo impresse un'inversione di tendenza alle composizioni haiku, passando dal tono comico a quello lirico e l'haiku prese le caratteristiche che hanno reso celebre l'haiku anche in occidente.

La prima antologia di poesia giapponese intitolata "Manyoshu" risale all' VIII secolo; comprende 20 volumi con 4.500 poesie in diverso stile.
Nei licei americani si insegnano le tecniche per scrivere Haiku. Anche in Marocco lo si insegna nelle scuole. In Senegal si organizza ogni anno un concorso.
In Giappone si calcola che pi di dieci milioni di persone (circa il 10% della popolazione) si diletta a scrivere Haiku. Ci sono attivissimi gruppi di poeti (chiamati Haijin) che si riuniscono per parlare di Haiku. Tutte le maggiori riviste e quotidiani giapponesi hanno una rubrica dedicata agli Haiku.
In Italia si costituita nel 1987, a Roma, l' Associazione Amici dell' Haiku

Fra tutti coloro che hanno scritto Haiku si ricordano: Basho, Buson, Issa, Chiyo, Shiki, Uchida, Kyoshi, Jack Kerouac.

In nessuna lingua

difficile intendersi
come nella propria lingua (Karl Kraus)

La voce del fagiano.
Quanta nostalgia
per mio padre e mia madre(Basho)

Luna di bamb

Mentre carezza il suolo

Della prima neve. (Buson)

Raggi scarlatti

come se ci fossero

-cielo d' autunno (Kyoshi)

Il mio paese:

bench sia piccolo

i boschi sono miei.(Issa)

Stupore:

una margherita si frange

suono di mezzanotte.(Shiki)








Privacy

Articolo informazione


Hits: 2381
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2019