Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

"Le rouge et le noir" Stendhal (Henri Beyle) "La verità, l'aspra verità"

lettere


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di



ALTRI DOCUMENTI

' LA TORCIA' - Marion Zimmer Bradley- I PERSONAGGI
Appunti di Filologia Occitana -Guglielmo IX d'Aquitania
LA PAZZIA DI ORLANDO (CANTO XXIII STANZA 132 - CANTO XXIV STANZA 13)
RELAZIONE " "Il vecchio e il mare"
"Le rouge et le noir" Stendhal (Henri Beyle) "La verità, l'aspra verità"

"Le rouge et le noir"

Stendhal

(Henri Beyle)

"La verità, l'aspra verità"

Credo sia giusto iniziare con una citazione, visto che Stendhal ne antepone una ad ogni capitolo del suo romanzo. E questa in particolare è quella che lo apre.

Non a caso. Perché "un romanzo è uno specchio che portiamo con noi lungo una strada. Ora riflette l'azzurro dei cieli, ora il fango dei pantani" e il suo unico vero soggetto è la verità. " 121h75b Il rosso e il nero", sottotitolato "cronaca del 1830", offre un mondo; scritto nello stesso periodo in cui è ambientato, prende spunto da un fatto di cronaca per crearne una nuova presentata in ogni minima sfaccettatura. Tutto il libro viene raccontato attraverso gli occhi di Julien Sorel, il protagonista, figlio di un carpentiere. Julien è un giovane brillante, intelligente, consapevole del suo forte spirito e mentalità, grande ammiratore di Napoleone e, soprattutto ambizioso. Ma il desiderio di gloria deve scontrarsi con i tempi in cui vive e, non potendo più aspirare al successo nella carriera militare, lo cerca in quella ecclesiastica.  

Il titolo ha varie interpretazioni, ma voglio raccontare questa: il "Rosso" del sangue, del coraggio, dell'età napoleonica, il "Nero" delle tenebre della restaurazione, del potere ipocrita del clero, della morte.

La storia di Julien inizia quando entra come precettore nella casa del signor De Renal. Ne seduce la moglie. Scoperto, è costretto a lasciare la città e ad entrare in seminario. Grazie all'intercessione del direttore, l'abate Pirard, riesca a diventare segretario del marchese La Mole e si trasferisce a Parigi.

In quei salotti, la sua anima geniale e appassionata si innalza con facilità e suscita l'interesse di Mathilde, figlia del marchese, annoiata dalla falsità dei suoi pretendenti. Julien e Mathilde diventano amanti, avvolti in una passione malata di rivalsa sociale, al limite tra amore e odio. Mathilde, in attesa di un figlio, ottiene dal padre il consenso alle nozze, ma il marchese chiede a Madame De Renal informazioni su Julien ed ella lo denuncia come un cinico arrivista. Julien, venutolo a sapere, preso dall'impulso della vendetta, le spara con l'intento di ucciderla e viene condannato a morte anche se la sua sperata vittima resta solo ferita e lo conforta nei suoi ultimi giorni e così rinasce l'amore profondo che legava i due. Julien affronta serenamente la morte senza mai scendere a compromessi.

Dall'annuncio della condanna i capitoli si susseguono pieni di passione e serenità. Julien sta per morire, la sua testa sta per cadere e, subito dopo, quella testa è tra le braccia di Mathilde. Tre giorni dopo l'esecuzione, muore anche la signora De Renal.

Julien ha una personalità forte e geniale, consapevole di se stessa, che si afferma anche nella sua miseria: è ipocrita, falso, opportunista, ma solamente perché ritiene necessario esserlo. Infatti, è capace di rinunciare a tutte le sue finzioni per ubbidire alla sua natura vera e profonda, alle sue passioni e ai suoi sentimenti. L'amore travolgente ci appare come la manifestazione più intensa della vita: è un'esigenza della ragione oltre che del cuore.

Julien non è un personaggio facile da amare con le sue ipocrisie e le sue mezze verità. La sua follia lo rende indimenticabile.

Intorno a lui, due donne, apparentemente impotenti, ma in realtà autrici della sua esistenza. Due donne completamente diverse: la signora De Renal, semplice e molto religiosa, devota ai suoi figli e ai doveri, inconsapevole di cosa fosse l'amore prima dell'arrivo di Julien; Mathilde, aristocratica ed estremamente intelligente, annoiata dalla società del suo tempo e desiderosa di nascere nel 1500, quando le passioni dominavano l'esistenza e l'amore portava a fare cose che ora non faremmo mai.








Privacy

Articolo informazione


Hits: 2159
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2019