Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

LA GENERAZIONE DEL 1914

lettere


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di



ALTRI DOCUMENTI

THE PLOT
LA PAZZIA DI ORLANDO (CANTO XXIII STANZA 132 - CANTO XXIV STANZA 13)
Definizione ed elementi di un terremoto - I sismografi e la misurazione dei terremoti
PAZ DE LODI 1454
Assia Djebar - L'amore, la guerra
Tristano e Isotta
Maurizio De Virgilis - IL TEATRO COMICO NEL MEDIOEVO
Il profeta di Gibran Kahlil Gibran - Individuazioni delle tematiche.

LA GENERAZIONE DEL 1914

  1. il suo inizio è segnato dalla fine del primo conflitto mondiale. Fu una sorta di ponte fra modernismo (che si identifica con simbolismo francese e decadentismo italiano) ed avanguardismo (comune a tutto il resto d'Europa) sebbene la sua collocazione non sia così semplice a causa dell'estraneità al conflitto della Spagna.
  2. già da qualche anno prima che scoppiasse la guerra il modernismo sembrava fori moda e tutto pareva avvicinarsi alle mode europee, non con un cambiamento radicale, ma inserendosi in una serie di manifestazioni ideologiche che avrebbero guidato il Novecento in modo più razionale.
  3. l'intellettuale si sente ancora privilegiato ed in grado di poter cambiare la società ma, dopo Cuba e la Tragica settimana di Barcellona, si trovò a doversi adattare ad una Spagna diversa, che richiedeva nuovi intellettuali e, sebbene i modernisti cambiarono progressivamente il loro stile letterario, non mutarono mai l'individualismo ed il nichilismo che li caratterizzavano.
  4. Maeztu invece (ed altri saggisti) percepirono la tendenza dei giovani intellettuali ad eliminare i vari individualismi.
  5. Robert Wohl  afferma che la gen del 14 ,grazie alla fede nella ragione, vuole liberarsi dalle selezioni dell'individualismo.
  6. sebbene il prestigio dei modernisti non fosse diminuito nei confronti della nazione, la nuova generazione di intellettuali già li criticava per il loro eccessivo protagonismo, per la fede nell'improvvisazione e sul genio, piuttosto che sulla pianificazione e sullo sforzo costante, cioè di quello che secondo loro era necessario alla nazione. Più che di ammonizioni la Spagna e gli spagnoli avevano bisogno di chiari cammini da seguire.
  7. anche l'università si modernizza. Nasce la JAE atta ad incrementare il numero di studenti all'estero ed a sovvenzionare progetti vari 434d33e . Fu definita da Tunon come una presenza più fondamentale di quella della gen del 98.
  8. le parole chiave della nuova generazione erano scienza e tecnica, il concetto prevale sull'intuizione e la cultura sul genio.
  9. apre la Resi, in cui l'amore per le culture straniere conviveva con la tradizione spagnola.
  10. la gen del 14 non fu, dal punto di vista letterario, migliore rispetto a quella del 98 ma provvide ad approfondire i vari rami della conoscenza scientifica ed umanistica. ( Es. Garcia Morente e Ortega = sferzata alla filosofia, Menendez Pidal = Centro de Estudios Historicos, premio nobel Ramon y Cajal, i fratelli Machado e Jimenez la cui poesia si purifica).
  11. l'intelligenza annuncia un nuovo credo poetico verso la professionalizzazione delle materie umanistiche : solo saggista, solo romanziere, solo poeta. (Ortega chiederà ai suoi studenti di studiare solo ed esclusivamente filosofia)



LA CULTURA SPAGNOLA FRA PUREZZA E RIVOLUZIONE. 1920- 36

  1. Il periodo 1900-36 fu caratterizzato da un'ascesa in tutti i campi, questo periodo fu definito Edad de la Plata.
  2. la fama di Einstein si diffuse velocemente in Spagna, grazie alla eco di giornali, alle notizie portate da alcuni scienziati sovvenzionati dalla JAE che lo avevano conosciuto in Germania. (Ramon y Cajal lo invita a tenere delle lezioni sulla relatività ma quando questi giunse in Spagna le sue opere erano già state tradotte).
  3. si noti l'importanza della JAE , presieduta da Cajal e retta da 21 membri, figlia in un certo qual modo della ILE, che a suo tempo aveva sovvenzionato corsi di perfezionamento all'estero, ora però le porte erano aperte a tutti. Dalla Junta nacquero in seguito numerose associazioni indispensabili allo sviluppo di scienza e cultura ed al compimento dell'Edad de la Plata.
  4. la Residencia de Estudiantes (1910) , dove si incontravano i migliori scienziati ed umanisti del pre-guerra civile, non aveva nessuna connotazione politica (poiché frequentata da intellettuali con ideologie disparate) ma passò anzi attraverso tutti i regimi politici che si susseguirono negli anni : monarchia costituzionale Alfonso XIII, la Dittatura, la Seconda Repubblica. Essa non  fu solo un collegio ma un luogo di incontro e discussione.
  5. i socialisti la giudicavano classista perché alcuni nobili sovvenzionavano l'istituzione e partecipavano a molte delle sue attività (soprattutto inglesi). Ma si trattava di aristocrazia di intelligenza, che collaborò senza intaccare la Resi, dove la maggior parte degli intellettuali non aveva una posizione politica. (soltanto con la politicizzazione obbligatoria degli intellettuali nel 1934)
  6. i cattolici non l'avevano in simpatia poiché essa difettava di cappelle, sebbene don Alberto organizzasse pulmini domenicali per coloro che volevano assistere alle funzioni.
  7. il Re la visitò l'11 febbraio 1911 e ne rimase piacevolmente colpito.
  8. la Resi e la Dittatura : si deve a Primo de Rivera l'acquisto di alcuni terreni su cui poi fu costruito l'Auditorium nel 1930. (sebbene in realtà un militare non avrebbe dovuto simpatizzare per un gruppo con idee tanto aperte)
  9. 1914 Don Alberto scrive due fogli in cui esprime lo spirito della Resi : essa pretende di formare intellettuali capaci di compiere adeguatamente i compiti a loro assegnati dalla storia. Vuole anche sviluppare un profondo sentimento d'amore verso la Spagna che si stava costruendo, tramite il massimo perfezionamento individuale.
  10. FILOSOFIA :  nella prima decade del XX secolo riceve un notevole impulso, LETTERATURA , PITTURA, MUSICA, SCIENZE : ci mettono meno a decollare
  11. nel 1918 esplodono le avanguardie che si mettono in competizione con la letteratura sociale de 1928 . l'avanguardismo, per affermarsi, doveva superare alcune difficoltà : la difficile comprensione, l'opinione degli intellettuali che la considerava arte in trascendente. La nuova arte voleva esserlo nel vero senso del temine : solo immaginazione, il cui strumento principale fu la metafora. L'arte diventava fantasia, e negazione del reale.
  12. 1928 , letteratura sociale : non necessariamente di sinistra, ma adatta a tutte le ideologie.
  13. il nuovo romanticismo : riappare nel 1930, dopo essere stato snobbato nel XX secolo ; i nuovi romantici non hanno il gusto dell'eccesso come quelli del XX sec. Ma si preoccupano nuovamente dell'uomo e dei suoi sentimenti.
  14. il genere letterario prediletto da tutti è il romanzo perché di facile comprensione ed adeguato a qualsiasi tipologia.
  15. il romanzo avanguardista però è molto complesso, mentre la poesia poteva ancora contare sulla metrica e sulla musicalità, le trame erano complesse e con messaggi puramente artistici.
  16. l'avvento della repubblica è un forte incentivo per la cultura anche perché venne accolto bene dagli intellettuali (eccetto i comprometidos, di sinistra), in quanto pose fine alla Restaurazione. Per questo si è spesso parlato di una Seconda Repubblica "degli intellettuali (in quanto molti di essi ricoprirono cariche istituzionali varie).
  17. una delle realizzazioni principali della SR fu il patronato di missioni pedagogiche le cui missioni consistevano nell'organizzare riunioni di esame della struttura statale, controllare le scuole, diffusione della cultura ed incremento delle biblioteche. Fu consolidato anche l'ateneo di Madrid , più libero, e durante la Repubblica conobbe grande splendore.
  18. il 1° dicembre 1931 viene abolita la censura ma, per salvaguardare una legge sulla difesa della repubblica uscita poco tempo prima , fu affiancata ad essa.
  19. Ma la Repubblica presto deluse tutti, non era stata la democrazia della pace e del progresso che si era immaginata. La borghesia, che aveva seguito i consigli degli intellettuali, era rimasta delusa, scontentò anche i rivoluzionari, anche Unamuno fu scontentato perché sosteneva che la Repubblica valutasse in modo differente governo ed opposizione, come se non fossero entrambi necessari.

Quadro storico per ripercorrere le tappe che portano al modernismo



                      

1834 / 50 LETTERATURA ROMANTICA IN PREVALENZA

1850 / 68 LETTERATURA COSTUMBRISTA (evoluzione del romanticismo in verismo)

1881 PARDO BAZAN (un viaje de novios) MANIFESTO DEL REALISMO

XII - XIII sec. LATIFUNDUM E RIPARTIMIENTO

XV - XVI SCOMPAIONO I PICCOLI  PROPRIETARI

1834 MUORE FERDINANDO VII

RIMANE LA MOGLIE MARIA CRISTINA , MONARCHIA COSTITUZIONALE ( ESTATUTO REAL '34 - 37)

1937 PRIMA VERA COSTITUZIONE E DESAMORTIZACION DE MENDIZABAL

1943 MUORE MARIA CRISTINA LA SEGUE ISABELLA BORBONE PARMA

1943 / 60 PERIODO ISABELLINO

1944 / 54 DECADA MODERADA

1954 / 56 BIENNIO PROGRESSISTA

1956 / 57 BIENNIO MODERATO

1957 / 62 GOVERNO DI CENTRO INSTABILE, SI APPOGGIA A DESTRA O A SINISTRA

1962 / 68 SI SUSSEGUONO NUMEROSI GOVERNI.

1861 SI COMINCIA A PARLARE DI RIVOLUZIONE

1868  PARTITI CONTRO REGINA, GLORIOSA DI CADICE, ISABELLA IN ESILIO IL 29 SETTEMBRE 68

1968 / 74 SEXENO RIVOLUCIONARIO FATTO DI GOVERNI MILITARI

1870 / 72 AMADEO DE SAVOIA, FALLISCE

1873 / 74 REPUBBLICA FEDERALE , POI CASTELAR ARRIVA A FORMARE UNA REPUBBLICA UNITARIA

1874 ALFONSO XII : RESTAURAZIONE

1895 / 98 GUERRA DI CUBA

1907 PIO X ENCICLICA CONTRO I MODERNISTI

RUBEN DARIO

 

Fa numerosi viaggi in Spagna; Dario aveva grande influenza : Jimenez abitava in un paesino (Mojer) ed un giorno il postino arrivò con una lettera sulla quale era scritto " venga con nosotros por luchar por el modernismo", era un invito di Dario ed Jimenez si recò a Madrid non appena lo ricevette.

Dario porta due elementi fondamentali nella lirica di Becquer, : ritmo, colore.

La poesia di Dario parla di cose morte, descrive ma non esprime sensazioni. Il colore non è quello reale, si cerca di ricreare colori fantastici, irreali, che colpiscono l'anima; in genere tutto questo è creato con ritmo ascendente o discendente.

Aggiunge a Becquer il fatto che oltre all'interiorità ci sono anche i cinque sensi, ma sviluppati al massimo.

Questa nuova poesia rompe con la realtà : punto in comune fra Becquer e Dario  => immaginazione (per Becquer  nel mondo interiore , per Dario in quello esterno e sensibile).

Grazie alla poesia il poeta crede di modificare la realtà (esaltazione dell'io) con la sua poesia.




Il poeta si considera un Dio perché sostiene di poter cambiare il mondo con la sua arte.

Questa esalazione dell'io è una ripresa del romanticismo, ma non solo di esso, conosce anche il realismo e lo rifiuta (se non lo conoscesse non potrebbe) ma più di tutto il poeta si rifà al mondo classico => mito => allegoria => metafora.

Ma il mondo classico è troppo razionale mentre il modernismo è irrazionalità, misticismo, fanatismo. Vengono anche recuperati i poeti mistici spagnoli come San Juan de la Cruz, il contatto dell'uomo con Dio non è razionale (es. intuizione) ma molto più profondo perché Dio partecipa di noi. Il desiderio dei poeti mistici è la morte (il massimo contatto con Dio) ma ci sono diversi stadi per arrivare ad una soluzione tanto drastica :

-         Via purgativa : penitenza esterna ed interiore, più l'uomo si fa piccolo, più Dio diventa grande in lui. Siccome tale via dipende solo ed esclusivamente dalla volontà individuale possiamo percorrerla tutti.

-         Via assoluta : arrivare a fare solo la volontà di Dio

-        

Ma la via mistica è piena di alti e bassi, i bassi sono i momenti in cui il poeta aspira al suicidio.

Non esiste, in realtà, un modernista che sia misticista a tale livello, ma sente il bisogno di una realtà superiore comunemente accettata.

Simbolismo francese => la parola spiega il poema o addirittura tutta la serie di poesie.

Decadentismo francese => stati di malinconia , essere ma non essere, il dire le cose a metà, immaginazione.

La visione di un Dio creatore viene messa in discussione e l'uomo si sente perso perchè tutto è in forse (che sarà di me domani? Rima II Becquer). Si creano anni di tensione.

Azul : 1887 , azzurro => prima raccolta poetica di Ruben Dario, l'azzurro è un colore ricorrente nella poesia modernista ed indica la chiarezza che non riescono a raggiungere, pur sforzandosi, i poeti.

                                                          

ANTONIO MACHADO

Nasce con la Restauraciòn (1875), mentre al governo troviamo Alfonso XII e Canovas del Castillo.

Nasce a Siviglia da una famiglia Andalusa benestante ma dopo pochi anni si trasferisce a Madrid col padre ed a otto anni va a studiare presso la ILE (Instituciòn Libre de Enseñanza fondata nel 1876 da Francisco Giner de Lo Rio) una delle poche scuole laiche della Spagna.

Ricee  quindi un'educazione laica (avrebbe altrimenti potuto scegliere fra una formazione krausista o  indirizzarsi verso la filosofia cattolica). Dopo alcuni anni Del Rio importa con successo la filosofia di Kraus che divenne col tempo l'alternativa al cattolicesimo in ogni campo e successivamente si trasformerà in un vero e proprio stile di vita, perchè, di fronte al moralismo cattolico ne creano uno nuovo (come fosse una chiesa laica).

(i krausisti sono i primi che creano un cimitero laico) la consistenza del krausismo è debole ma influenza la Spagna. Machado cresce con una educazione di questo tipo.

A 19 anni comincia a pubblicare e partecipa ad un gran numero di Tertullie.

A 23 anni pubblica "Soledades" (solitudini), la sua prima raccolta poetica.

Una nuova edizione esce nel 1907 con più poesie ed un nuovo titolo "Soledades, galerias y otros poemas" .

La prima raccolta, appartenente al periodo modernista, è quella che ci interessa. ("Campos de Castilla", 1912, è meno modernista e va più verso l'oggettivismo => basta leggere il titolo, preciso e meno astratto).

Soledades : solitudine dell'uomo con sé stesso di fronte alla sua immensità ed alla sua limitatezza. Sdoppiamento dell'io => io che si proietta all'infinito o al finito.

Galerias : sono le gallerie dell'anima che dobbiamo esplorare perché presentano diverse opportunità (indecisione).

Otros poemas : tutto il resto che mi può interessare ma che non riesco ad esprimere con una sola parola.








Privacy

Articolo informazione


Hits: 2273
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2019