Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

IL CERVELLO - Il quadro di riferimento biologico

lettere


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di



ALTRI DOCUMENTI

' LA TORCIA' - Marion Zimmer Bradley- I PERSONAGGI
SAGGIO SULLA FRASE DI PIERRE CHARRON
Il Sole: struttura e caratteristiche
I DIRITTI DELLE DONNE
Bisogno di Sacro
I PRINCIPALI PRODOTTI DEL MONDO VEGETALE ED ANIMALE
Europa: Plurilinguismo o tutela delle singole identità linguistiche?
LA FILOLOGIA - Stadio medioevale delle lingue
LA METAMORFOSI (Franz Kafka)

Il cervello      Cap. 2

1.    Il quadro di riferimento biologico

Il comportamento umano e i processi mentali sono il prodotto dell'interazione tra la macchina biologica, cioè i comportamenti biochimici del nostro cervello, e i comportamenti appresi dall'ambiente. La psicologia, quindi, per comprendere il comp 858g69i ortamento umano deve rivolgersi a questi due modelli.



La macchina biologica è un oggetto ancora poco conosciuto, ed è tanto complesso che per ora riusciamo a cogliere solo le relazioni fondamentali tra il cervello come struttura biofisica e alcune sue funzioni quali il pensiero.

Orientativamente, possiamo dire che il cervello pesa in media poco meno di un chilo e mezzo ed è formato da più di 10 miliardi di cellule.

2. I neuroni

L'unità base del nostro cervello è la cellula nervosa che chiamiamo neurone; per capire come funziona il cervello bisogna capire come comunicano e funzionano i neuroni.

I componenti principali di un neurone sono: il corpo cellulare, che contiene il nucleo della cellula; i dentriti, brevi ramificazioni che si dipartono dal corpo cellulare; e l'assone, che è una singola lunga ramificazione.

I neuroni variano moltissimo per forma e dimensioni.

2.1. Il funzionamento dei neuroni e la sinapsi

La funzione fondamentale dei neuroni è quella di trasmettere le informazioni da un luogo all'altro.

I neuroni ricevono messaggi in corrispondenza dei dentriti o del corpo cellulare e li trasmettono agli altri neuroni attraverso l'assone. Gli assoni nervosi, infatti, si diramano all'estremità in molte piccole branche terminali, dette "terminali assonici", che vengono in contatto con i dentriti di altri neuroni. La connessione tra due neuroni si chiama "sinapsi".

L'assone e i dentriti in realtà non si toccano mai, tra di loro c'è sempre un piccolo spazio chiamato "fessura sinaptica". Quando un segnale elettrico raggiunge un terminale nervoso fa sì che il nervo rilasci dei neurotrasmettitori. Questi sono sostanze chimiche che attraversano il breve percorso verso i vicini dentriti, cioè sono i messaggeri della trasmissione nervosa attraverso le sinapsi.

Il neurone che provvede a liberare il neurotrasmettitore si chiama "neurone presinaptico"; il neurone che riceve il segnale si chiama "neurone postsinaptico". Secondo il tipo di neurotrasmettitore rilasciato, i neuroni postsinaptici sono eccitati a produrre scariche oppure inibiti. Ogni neurotrasmettitore, infatti, entra come una chiave nella serratura costituita da uno specifico sito di ricezione.

L'insieme di questo processo di trasferimento dell'informazione da un neurone all'altro è noto come "trasmissione sinaptica".

Ciascun neurone comunica con molti altri neuroni contemporaneamente. Dato che l'attività del neurone consiste nell'inviare scariche di impulsi oppure no, il suo comportamento è condizionato dalle influenze eccitatorie o inibitorie presenti nei vari momenti. Se si rompe questo procedimento biochimico il nostro cervello non è più in grado di elaborare nulla.




3. Il cervello nel suo insieme

Il cervello umano è formato da due emisferi, gli emisferi celebrali, divisi in un emisfero destro e in un emisfero sinistro, che operano in modo incrociato, cioè l'emisfero destro è il comando operativo della parte sinistra e l'emisfero sinistro è il comando operativo della parte destra.

L'emisfero sinistro si occupa del linguaggio, delle operazioni logiche e razionali; l'emisfero destro è l'area della creatività, delle emozioni e dei sentimenti.

I due emisferi celebrali comunicano direttamente attraverso i fasci di neuroni connettivi che formano il "corpo calloso".

Se questo collegamento viene interrotto i due emisferi celebrali agiscono come due cervelli separati. Le persone con cervello diviso sembrano avere due menti separate in un singolo corpo.

Il cervello dell'essere umano può essere considerato come formato da tre cervelli sovrapposti, è possibile infatti distinguere:

·        lo strato superiore, o corteccia celebrare, che presiede alle attività cognitive ed è presente soltanto nei mammiferi superiori;

·        il paleocervello, o cervello del mammifero, che presiede alle attività emotive;

·         e il cervello rettiliano, che assicura le funzioni fisiologiche necessarie alla sopravvivenza e presiede soprattutto alle attività istintive.








Privacy

Articolo informazione


Hits: 1554
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2019