Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

Canto XXVI - Cerchio VIII, VIII bolgia

dante


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di



ALTRI DOCUMENTI

Parafrasi del XXVI canto dell'Inferno
DANTE ALIGHIERI - Le prime opere e la Vita nuova
DANTE - La Vita, La Vita Nuova
Le idee di Dante
Canto I - Similitudini, Personaggi, Struttura
IL PARADISO
LA LUCE NEL PARADISO DI DANTE
CAP I purgatorio, CAP II, III purgatorio
Dante è il massimo poeta della civiltà comunale
DANTE - CONVIVIO, DE VULGARI ELOQUENTIA, COMMEDIA

Canto XXVI                    646f55g                     646f55g                     646f55g                     646f55g           Cerchio VIII,

                    646f55g                     646f55g                     646f55g                     646f55g                     646f55g            VIII bolgia

Dall'arco su cui passa, Dante vede uno spettacolo uguale a quello che il contadino vede a primavera giù nella valle in cui lavora.

Infatti ogni anima dannata è avvolta e nascosta da una fiamma che la fa assomigliare ad una grande lucciola.

CONTRAPPASSO:    il loro essere celati da una fiamma sta a rappresentare le vie e le arti nascoste che essi utilizzarono in vita per perseguire i propri scopi, e l'ardore che li animò, incuranti delle conseguenze negative che il loro agire avrebbe comportato sugli altri.

Queste anime fanno fatica a parlare perché essi utilizzarono la loro eloquenza abilmente per raggiungere i propri obiettivi.

Dante ne individua una che è biforcuta, e Virgilio gli spiega che è la fiamma che cela Ulisse e Diomede, uniti come in vita furono uniti per inseguire i loro sogni di gloria.

La guida di Dante elenca le loro colpe: _ L'inganno del cavallo di Troia;

_ L'essersi recati sull'isola di Sciro per trovare Achille che vi si nascondeva vestito da donna; arrivati a corte mostrarono in pubblico delle armi che funsero da richiamo irresistibile per il figlio di Peleo.

_ Il furto del Palladio (statua di Atena Pallade) a Troia, simbolo della vita e della forza della città.

Nel riportare queste colpe leggendarie, Dante si riferì però a fonti diffuse ne medioevo non fedeli a Omero.







Privacy

Articolo informazione


Hits: 976
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2019