Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

IL DIRITTO LONGOBARDO

letteratura


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di



ALTRI DOCUMENTI

DANTE ALIGHIERI (1265-1321) - OPERE
Il Termine FORTUNA
Fo (Dario)
Festival di Venezia 2000
Amleto - Polonio - Orazio
Eugenio Montale - I Limoni, Spesso il male di vivere ho incontrato
"Uomini E Topi" di John Steinbeck - PERSONAGGI
giovanni verga - Accenni sulla vita (1840 - 1922)
GIOVANNI PASCOLI - LA VITA, LE OPERE
PERSONALITA'

IL DIRITTO LONGOBARDO

I Longobardi, anche dopo la loro venuta in Italia; continuarono per vari anni ad attenersi alle loro antiche leggi o consuetudini, affidate alla memoria o all'uso. La classificazione e il riordino delle leggi si ebbe con Rotari al cui Editto i re successivi apportarono aggiunte e modifiche. L'Editto di Rotari è un complesso di leggi emanate dal re longobardo nel 643 racc 949j93j olte in 388 capitoli esposti in buon ordine sistematico.  Esso è composto da leggi penali e di diritto privato con una casistica sui reati politici contro l'incolumità delle cose e delle persone, sui diritti di famiglia e di successione, sui diritti reali, procedimenti giudiziari. Fonti principali dell'Editto di Rotari furono le antiche consuetudini dei Longobardi tradotte in leggi: esso è quindi essenzialmente composto dall'antico Ius Germanicum, tuttavia è presente l'influenza del Codex Iustinianus; non mancano infatti leggi circa gli impedimenti matrimoniali, di rapporti tra servo e padrone, di diritto successorio, ecc. Successivamente, l'Editto fu largamente ampliato da aggiunte dei re susseguitisi (Liutprando, di cui si nota l'"impronta" cristiana, e Rachis ed Astolfo, che testimoniano la graduale romanizzazione della legge longobarda).

Il diritto longobardo, sebbene abbia subito l'influenza romana e cristiana, è decisamente di ispirazione germanica: il diritto penale è fondato sul concetto secondo cui il reato è solo violazione dell'interesse della parte offesa, la punizione è dunque di iniziativa privata se è stata offesa una singola persona, è invece pubblica quando c'è una violazione dell'interesse collettivo. In entrambi i casi però la pena può essere sostituita dal pagamento di una stabilita somma di denaro (guidrigildo) alla parte offesa. Questa forma però va gradatamente estinguendosi lasciando posto al concetto di ammenda mulcta, inoltre iniziano ad introdursi nel campo del diritto penale le pene pubbliche in caso di offesa pubblica. Anche il procedimento giudiziario è essenzialmente germanico: vi è la presenza di più persone, iudices, e la procedura è orale, dunque formalistica. L'accusato è richiamato al giuramento (sacramentum) convalidato da quello di altri sacramentales a cui segna la pugna o duello giudiziario. A poco a poco, però, il duello e il giuramento vengono sostituiti alla prova documentaria e testimoniale più vicina ai costumi romani. Il diritto di presso i Longobardi è strettamente legato alla famiglia che rappresenta il centro dell'ordinamento politico e sociale longobardo: essa è infatti l'unione di tutti coloro che derivano dalla stessa stirpe (fara); a questi concetti si legano alcuni atti solenni quali gli sponsali, celebrati di fronte alle due parentele, le nozze con la traditio della sposa e la costituzione del morgengabe, cioè la donazione dello sposo alla sposa, il mattino successivo alle nozze. Un altro aspetto del diritto longobardo è il diritto successorio riservato pienamente ai figli maschi legittimi, in maniera minore alle femmine e ai figli nati da concubinato, e assolutamente negato ai figli adulterini o nati da rapporti incestuosi. La società longobarda è divisa in serni e liberi: i primi sono privi di diritti civili e politici e sono personalmente responsabili dei propri reati; i secondi, sciolti da ogni onere di pendenza personale, hanno diritto all'uso delle armi e fanno parte con piena capacità di partecipazione alla vita pubblica, della classe degli arimanni o exercitales.







Privacy

Articolo informazione


Hits: 1798
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2019