Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

DAL LATINO AI VOLGARI - GLI SCRITTORI

letteratura


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di



ALTRI DOCUMENTI

Tanto gentile e tanto onesta pare
Il giorno della civetta
L'ILLUMINISMO
Riassunto - Ho sognato Casimiro
IL DIRITTO LONGOBARDO
L'INFINITO
Scheda di analisi " IL PRINCIPE "
G. Leopardi - A se stesso (Canti, 28)
I promessi sposi - Capitolo III
Joseph Mallord William Turner

DAL LATINO AI VOLGARI

Fino a quando l'autorità imperiale di Roma fu salda, il latino rimase la lingua ufficiale di tutto l'Impero.

La caduta dell'Impero Romano (476 d.C.) porta scombussolamenti anche sul piano lingu 525e42f istico e si rompe l'unità linguistica.

Nel V secolo il latino comincia a cambiare: abbiamo un latino scritto (classico) ad uno orale. LO scritto lo usano solo pochi letterati, mentre il popolo conosce solo la lingua parlata, più semplice.

Dal V al X secolo, lo scritto latino rimane lo stesso e prende il nome di Latino medioevale. Il latino orale, invece, ha un'evoluzione e si differenzia in diversi parlati. Questi orali si chiamano "volgari" da latino vulgus ( = popolo).

I volgari si differenziano per zone linguistiche in:

-          VOLGARE OCCITANICO

-          VOLGARE UMBRO

-          VOLGARE SICILIANO

-          VOLGARE CATALANO

Dall'XI secolo al XIII, questi volgari si traducono e diventano volgari scritti mentre il latino scritto continua la sua evoluzione.

Da questi volgari nascono le prime letterature, prima in Francia e Spagna, poi in Italia (i primi scritti significativi sono del XIII secolo).

In Italia si svilupparono maggiormente il volgare umbro, il volgare toscano, e quello siciliano. Tra questi volgari sarà il toscano ad emergere come volgare leader. Questo perché la Toscana sarà uno dei centri più sviluppati dell'epoca e perché gli autori più importanti, saranno toscani. In Italia, per la lingua scritta, si utilizzerà o il latino o il volgare toscano che finirà per diventare, nel XIII secolo, la lingua italiana.

GLI SCRITTORI

Chi leggeva testi e libri e chi produceva cultura fino all'XI secolo, erano i chierici, i religiosi poiché il resto della società non si interessava alla letteratura.

Dopo l'undicesimo secolo, con lo sviluppo delle città, si allarga il cerchio delle persone che desiderano conoscere la cultura (ma una cultura più comprensibile).

Al fianco dei chierici compaiono quindi uomini comuni.

Quando i comuni diventano signorie, gli intellettuali diventano coloro che stanno accanto ai signori.

Iniziano quindi a comparire le figure di intellettuali come professione.      







Privacy

Articolo informazione


Hits: 1580
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2019