Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

SATIRA - SATIRA IN VERSI

latino


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di



ALTRI DOCUMENTI

Versione n. 38 pag. 89, Primi provvedimenti di Vespasiano (Svetonio)
Sallustio - "De Catilina Coniuratione" - Capitolo 20°
L'Elegia Erotica
IL MILES GLORIOSUS
La stella di Cesare (Sventonio)
Profilo di Cesare
Sallustio la vita
Sallustio la vita
Plauto e le sue opere
Lo scontro finale (Sallustio)

SATIRA

Creazione originale della cultura romana. Possibili antecedenti sono la satura, genere preletterario latino di cui si hanno poche notizie, e la produzione giambica callimachea.

Etimologia:

-         satura lanx, vassoio di primizie varie offerte agli dei

-         satura, tipo di ripieno fatto con diversi ingredienti

-         lex satura, proposta di legge comprendente diversi provvedimenti non collegati tra di loro



-         Satyri, esseri mitici famosi per il loro carattere burlesco e scurrile

Due filoni principali:

-         satira in versi (Ennio, Lucilio, Orazio, Persio e Giovenale)

-         satira menippea (Varrone Reatino, Seneca e Petronio)

 

SATIRA IN VERSI

 

ENNIO:          - varietà di toni e temi e polimetria

239-169 a.C.  - elementi autobiografici e moraleggianti

LUCILIO:       - varietà di argomenti ed atteggiamenti (moralismo e intrattenimento)

148-102 a.C.  - adozione dell'esametro quale unico metro del genere

                        - attacco personale (onomasti kwmwdein)

                        - carattere soggettivo di alcuni componimenti (autore compare in prima persona)

                        - uso del ridicolo, dello spirito come arma di un aggressivo moralismo

                        - adesione al quotidiano e linguaggio non elevato

                        - presenza della parodia letteraria

ORAZIO:       - inquadra i precedenti del genere

65-8 a.C.        (Eupolis atque Cratinus Aristophanesque poetae.Hinc omnis pendet Lucilius.mutatis pedibus numerisque)

                        - critica Lucilio per la forma/ il linguaggio, alludendo a Callimaco (labor limae)

                        - arte aristocratica, poesia d'elite

                        - scelta del sermo cotidianus, non vulgaris

                        - moralismo ed impostazione soggettiva

                        - compresenza di comico e serio per influsso della diatriba cinico-stoica

                        - autobiografismo

                        - alto grado di coscienza critica

PERSIO:        - poesia aspra e originale

34-62 d.C.      - contenuti attinti dai luoghi comuni diatribici




                        - aggressività e mordacità

                        - sorridente e ironico moralismo di intonazione stoica

                        - attinenza al verum (me muttire nefas) e critica ai pallentes mores

                        - moduli stilistici ardui e spezzati, stile impervio e difficile

                        - callida iunctura e sermo (verba togae sequeris iunctura callidus acri)

                        - critica alla letteratura contemporanea (recitationes, etc)

                        - pubblico letterariamente preparato

- funzione del satirico: curare le malattie morali

GIOVENALE:- critica alla letteratura contemporanea, mitologica (cfr. Lucilio, Marziale)

58-127ca. d.C.           - facit indignatio versum, si ispira al verum per cui difficile est saturam non scribere

                        - tema: quidquid agunt homines, vitiorum copia

                        - obiettivo: denuncia, non correzione (vs. Persio)

                        - mezzo: indignatio

                        - censura rigidi cachinni (cfr. Lucilio, Persio)

SATIRA MENIPPEA

VARRONE REATINO:        - misto alternato di versi e prosa

116-27 a.C.                            - spudolgheloion, mescolanza di serio e faceto

                                               - impostazione polemica e satirica (dogmatismo filosofi, vizi uomini)

                                               - linguaggio realistico e colloquiale

                                               - stile duttile e vario

SENECA:                              - Apokolokuntosis (unica satira), pamphlet contro Claudio defunto

12 a.C. - 65 d.C.                   - propensione per l'invettiva (cfr. satira in versi)

                                               - mescolanza di prosa e versi, contenuti diatribici

PETRONIO:                          - Satyricon, non è una satira menippea, ma ne riprende alcuni caratteri

?-66 d.C.                               - titolo dell'opera forse per rapporto con la satira menippea

                                               - alternanza di prosa e versi

                                              







Privacy

Articolo informazione


Hits: 1499
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2019