Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

Candido o l'ottimismo - Voltaire

italiano


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di



ALTRI DOCUMENTI

Il libro "Due di due" di Andrea de Carlo
IL CACCIATORE DI AQUILONI - Khaled Housseini
CONFRONTA LA TEMATICA DEL FANCIULLINO CON QUELLA DEL SUPERUOMO FACENDO RIFERIMENTO
A Silvia, Giacomo Leopardi
IL PARADOSSO NELLA FOLLIA DI DON CHISCIOTTE
Alla sera - Ugo Foscolo
RELAZIONE "IL CIGNO"
IL DECADENTISMO
Giacomo Leopardi e il Romanticismo - Il Romanticismo
Lager: le testimonianze più famose

Candido o l'ottimismo

Titolo : Candido

Autore: Voltaire

Editore: Feltrinelli

Anno e luogo di pubblicazione: Parigi, 1979

N° pagine: 123

Prezzo: 5,00 E.

Trama: C'era una volta in Westfalia nel castello del barone di Thunder-Ten-Tronckh, un ragazzo chiamato Candido per il suo carattere dolcissimo che implicava perspicaci 141g68b a e semplicità.

Quest'ultimo era allievo dell'ottimista Pangloss da cui imparava la metafisico-teologo-cosmologo-stoltologia. Il precettore di Candido ispirato dalla filosofia di Leibniz dimostrava che non c'è effetto senza causa e che per questo "le cose non possono essere altrimenti: essendo infatti tutto creato per un fine, tutto è necessariamente per il miglior fine".



Istruito a questo modo il protagonista imparerà a sue spese a smentire le teorie di Pangloss quando si troverà ad affrontare le svariate sciagure che gli capiteranno una volta cacciato dal castello.

Il motivo dell'esilio fu per aver avuto l'ardire di baciare madamigella Cunegonda, figlia del barone, colei che per tutto il viaggio di Candido sarà il suo punto di riferimento, un traguardo da raggiungere senza perdersi d'animo.

Appena fuori dal suo mondo idillico è arruolato a forza in un esercito, poi dopo una rovinosa battaglia è ridotto mendico ed'è raccolto da un pietoso anabattista(Giacomo); durante la permanenza a casa di questi incontra Pangloss reso irriconoscibile dalla sifilide, il quale gli racconta come il castello sia stato distrutto dai nemici e Cunegonda violentata e uccisa.

I tre si imbarcano per Lisbona ma durante il viaggio una tempesta fa naufragare la nave e Giacomo perde la vita. Una volta arrivati in città i due vengono arrestati poiché ritenuti eretici e condanna ti a morte: Pangloss viene impiccato mentre Candido se la cava con una fustigazione.

Con l'aiuto di una vecchia il protagonista incontra Cunegonda la quale gli racconta come si era salvata, questa però era diventata l' amante di un ebreo e di un'inquisitore che Candido ucciderà prima della fuga in Argentina. Qui però il ragazzo deve lasciare la sua amata poiché le guardie spagnole sono sulle sue tracce, quindi assieme al suo fido servo Cacambo si rifugia presso i gesuiti del Paraguay. Qui rincontra  il fratello di Cunegonda il quale sarà costretto ad uccidere poiché dopo avergli rivelato la sua intenzione di sposare la sorella egli lo minaccia di morte.

I due scappano e si perdono nella giungla e per un colpo di fortuna cascano in un torrente che li condurrà a Eldorado,un paese meraviglioso che rappresenta tutte le teorie di Pangloss.

Qui si soffermano per un mese, per poi ripartire con cento montoni carichi d' oro e diamanti.

Durante il viaggio di ritorno molte di queste bestie morirono fino ad arrivare a Surinam con soltanto due di queste. Qui i due si separano: Cacambo torna a Buenos Aires per riscattare Cunegonda mentre Candido si dirige a Venezia che raggiungerà solo dopo svariate peripezie.

Durante una cena Candido ritrova il suo fidato servo che lo conduce a Costantinopoli dove si trova Cunegonda. Sulla galea diretta a destinazione ritrova Pangloss, che era sopravvissuto all'impiccagione, e il barone che era stato curato dalla ferita mortale inflittagli da in occasione del loro incontro. A Costantinopoli Candido spende le sue ultime ricchezze per liberare la vecchia e Cunegonda, la quale era diventata orrendamente brutta, con la quale si sposa e si stabilisce in una piccola masseria insieme a tutti gli altri. Il lavoro di tutti fa fruttere il terreno poiché ciascuno esercita i propri talenti, filosofando e ragionando il meno possibile.




Temi

Il tema principale dell'opera è la formazione dell'individuo, che si completa con  gli avvenimenti del viaggio del protagonista attraverso l'intero mondo. A corollare la vicenda ci sono dei fatti secondari, che però cono quelli che indurranno il giovane Candido a discostarsi dalle teorie Leibniziane, secondo le quali l'uomo vive nel migliore dei mondi possibili.

Questo principio viene è ripreso più volte da Pangloss il quale però ad un certo punto della storia non riesce più a contagiare Candido, il quale illuminato dalla ragione conclude che il mondo avrebbe anche potuto essere migliore.

Stile

Voltaire ha scritto quest'opera con l'intenzione di respingere l'ottimismo di Leibniz e mostrarne invece il lato comico e assurdo . Ha ottenuto questo fine tramite l'esagerazione e la caricatura di certe situazioni che si rivelano tanto incredibile quanto atroci, ma trattate con spirito ironico da risultare piacevoli alla lettura.

Fabula e intreccio

Generalmente l'intreccio corrisponde alla fabula, ma ci sono dei flash-back sulle storie dei personaggi che Candido incontra nel suo percorso.

Personaggi

I personaggi sono più o meno tutti importanti perché ognuno di loro contribuirà alla formazione del giovane, ma i principali sono Candido e Pangloss, in quanto il primo è il protagonista e il secondo il suo precettore. Pangloss è uno dei più grandi filosofi dell'Europa, insegna a Candido le teorie sull'ottimismo e fin dal principio a vivere secondo i propri canoni; non perde occasione per ribadire le sue convinzioni ad ogni esperienza che fanno.

Candido invece, scopre attraverso un processo di formazione, che gli insegnamenti del suo maestro non sono poi così veritieri; poiché, però, questo processo è assai lungo, gli insegnamenti e lo stesso Pangloss sono visti come un punto di riferimento.

Tempo e luoghi

La vicenda ha luogo circa nel 1700 ed ha una durata di circa un anno e mezzo; i personaggi spaziano in modo più o meno circolare, in quanto partono dall'Europa e vi ritornano dopo aver visitato gran parte dell'America Meridionale.







Privacy

Articolo informazione


Hits: 1878
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2019