Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

Dai Concetti alle Variabili - Il paradigma Lazarsfeldiano

sociologia


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di



ALTRI DOCUMENTI

L'Italia del Duce - Società, cultura, famiglia, condizione femminile e costume sotto il "virile" regime fascista
Concettualizzazione, modelli e disegni di ricerca
TESINA: DAL COLONIALISMO AL RAZZISMO
L'IMMIGRAZIONE
I FONDATORI DELLA SOCIOLOGIA - AUGUSTE COMTE (Francia 1798/1857)
Mass-media e criminologia
La realtà come costruzione sociale
Dai Concetti alle Variabili - Il paradigma Lazarsfeldiano

Dai Concetti alle Variabili

Il paradigma Lazarsfeldiano

Paradigma dell'analisi operazionale, modello di operativizzazione, traduzione operativa, concettualizzazione:

a) Rappresentazione figurata del concetto

b) Specificazione del concetto mediante scomposizione nelle sue dimensioni

c) Individuazione e scelta degli indicatori

d) Costruzione degli indici empirici

"paradigma mutilato" (.)

a) Rappresentazione figurata del concetto



. "verbalizzazione"

.  carattere situato del concetto

. "definizione stipulativi"

.  carattere di referenzialità 

b) Specificazione del concetto mediante scomposizione nelle sue dimensioni

sintetizza com-prende  Vs  frammentazione-scomposizione

come ci si orienta nella specificazione del concetto?


Lazarsfeld       via analitica

                              via empirica

Hempel :  la "definizione reale" consiste nell'enunciazione delle caratteristiche essenziali di qualche entità

Questo passaggio anticipa ed implica il successivo (.) ↓

c) Individuazione e scelta degli indicatori

. scelta dei referenti operativi più immediati di un concetto

. delicatezza del passaggio (.)

. carattere probabilistico (.)

. "campionamento degli indicatori"

Quali indicatori possiamo scegliere a meglio rappresentare un concetto?

Non è possibile a riguardo, data l'intrinseca complessità del passaggio, fare delle prescrizioni.

Non esiste una teoria generale del rapporto di indicazione

Qualche definizione di Indicatore:

           

Dodd:

L'indicatore è il referente operativo più immediato di un concetto

Lazarsfeld:

Tracce lasciate da un fenomeno non direttamente osservabile, che se interpretate, ne permettono l'identificazione e lo studio.

Galtung:

distingue tra Item e Indicators.

(simile a interno/esterno diretto/indiretto di Lazarsfeld).

                  

                      Tipologia degli indicatori sulla base della natura del referente operativo (.)

Fondamenti logici ed epistemologici del rapporto di indicazione

In base a quali modalità è possibile scegliere gli indicatori?

Non esistono prescrizioni (.) essa deve comunque dipendere dalla conoscenza del contesto, il tipo di unità su cui si svolge la ricerca e le tecniche di raccolta dei dati.

. Lazarsfeld  (tralascia)

. Cartocci  (garanzie)

. Quine: "Definizione Stipulativa".

. Ricolfi: individua due concezioni del rapporto di indicazione fondate non sulla natura del rapporto ma sulla            natura dei termini di tale rapporto:




- Semantica

- Probabilistica

Esporre le garanzie su cui si basano i fondamenti logici ed epistemologici di un rapporto del rapporto di indicazione significa esplicitare la natura e la forma-logica degli argomenti utilizzati.

Dal punto di vista della forma-logica gli argomenti si distinguono in:

- Deduttivi

- Induttivi

- Abduttivi

- Analogici

Dal punto di vista della struttura logica ed epistemologica le fasi del processo di operativizzazione possono conformarsi a quelle che presiedono alle attività fondamentali della scienza:

Descrizione → concetti descrittivi

Spiegazione → concetti esplicativi

Previsione → concetti previsionali

Alcune concezioni della spiegazione in riferimento alle quali è possibile rendere conto della varietà del rapporto di indicazione:

. Spiegazione nomologico-inferenziale

. Spiegazione causale

. Spiegazione disposizionale

. Spiegazione finilastica o teleologica

. Spiegazione per tipi ideali

. Spiegazione funzionale

. Spiegazione come costruzione storico-genetica

. Spiegazione come riduzione a termini familiari

. Spiegazione come ri-descrizione metaforica

Tutte queste diverse accezioni hanno in comune il fatto di connettere il dominio teorico -concettuale con quello oggettuale attraverso un rapporto di implicazione.

d) Costruzione degli indici empirici

.  L'indice è l'espediente fisico in grado di classificare gli oggetti relativamente a un determinato tratto

.  Costituisce l'esito della definizione operativa di un concetto

Sovrapponibilità tra le fasi di costruzione delle variabili e le fasi dell'analisi operazionale.

(.)

Il dibattito sulla misurazione nelle scienze sociali, qualità/quantità

. Lazarsfeld: misurazione → rilevazione (concezione ampia)

. Stevens: propone una definizione "non ristrettivi ed utile" (paradigma misurazionista)

. Marradi: confusione concettuale non semplicemente  terminologica (.)

. Leonardi: dibattito qualità/quantità







Privacy

Articolo informazione


Hits: 3916
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2019