Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

DEFINIZIONI DI RAZZISMO - STORIA DEL RAZZISMO

psicologia


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di



ALTRI DOCUMENTI

La comunicazione
Come può essere definito l'esame psicodiagnostico?
Ambito e contesto della riflessione di Platone sul rapporto tra arte e verità
La nuova interpretazione della sensibilità e la discrepanza, che suscita sgomento, tra arte e verità
L'essere dell'ente come volontà nella metafisica tradizionale.
La Repubblica di Platone: la distanza dell'arte (mimesi) dalla verità (idea).
Intelligenza artificiale: dal concetto di post-human all'identità della persona
Il libro 'La volontà di potenza'
Nascita della Psicologia scientifica: percorso storico - Le diverse correnti psicologiche ( descrivine tre )

-         DEFINIZIONI DI RAZZISMO

-         STORIA DEL RAZZISMO

-         CAUSE E FORME DEL FENOMENO

-         TENTATIVI DI LOTTA AL RAZZISMO



-         ESEMPI DI RAZZISMO E DI DIFFICILE CONVIVENZA ETNICA

-         OPINIONI PRO E CONTRO IL RAZZISMO

DEFINIZIONI DI RAZZISMO

1a DEFINIZIONE_ Ideolo 939i82j gia politico-sociologica che vede l'umanità divisa in razze "superiori" ed "inferiori" che vede nel predominio delle prime sulle seconde la chiave dello sviluppo e del progresso della civiltà. Un recente esempio di azioni razziste si hanno con le formulazioni dottrinarie di Hitler in Germania e Mussolini in Italia.

2a DEFINIZIONE_ (www.comune.torino.it)

-         Tendenza a classificare come razze la varietà della stessa specie umana.

-         Classificazione gerarchica delle differenze genetiche tra individui al fine di affermare la superiorità di una razza sull'altra.

-         Attualmente, il razzismo "scientifico" (introdotto da Darwin) è scomparso e il maggiore razzismo è in base alle differenze culturali, considerate incompatibili tra loro.

-         Razzismoàriduzione dell'individuo alle caratteristiche del suo gruppo di appartenenza con conseguente separazione tra gruppi.

3a DEFINIZIONE_ (Omnia '97)

Ogni teoria o atteggiamento che, formulando una graduatoria qualitativa tra razze umane, giustifica, attua e promuove iniziative discriminanti: queste, da forme d'intolleranza di diversa gravità, possono giungere - qualora la matrice razzista sia associata al potere politico - alla persecuzione organizzata e istituzionalizzata e al genocidio. Il razzismo si è dimostrato fenomeno tra i più pericolosi e drammatici degli ultimi cento anni, specialmente per l'azione svolta entro il nazionalsocialismo, teso all'esaltazione della pura razza germanica, e sotto la forma dell'antisemitismo.

STORIA DEL RAZZISMO.

-         È sempre stato presente sin dall'origine dell'uomo (àschiavitù, utilizzo di termini dispregiativi: "popolazioni barbariche).

-         XVII sec.:  si riteneva che il progresso (intellettuale, scientifico, economico, politico)     spettasse solo ai bianchi àdiscriminazione dei neri.

- XIX sec.: vennero elaborate le prime teorie razziste da Gobineau (1854_autore del "Saggio sull'ineguaglianza delle razze") e Chamberlain in cui sostenevano la superiorità della razza ariana sulle altre.

                  Joseph - Arthur Gobineau «la razza è alla base della civiltà e quindi la degenerazione della razza comporta un decadimento della civiltà», «per fermare il decadimento della razza ariana bisogna attuare la discriminazione delle razze inferiori».

                  Chamberlain «La purezza della razza ariana è presente solo nel ceppo germanico».

-         1859: Darwin ispirò il "razzismo scientifico": l'evoluzione ha giocato scherzi ad alcune persone àinferiori.

-         XX sec.: con Alfred Rosemberg il razzismo fu teorizzato in una forma estrema, diventando giustificazione delle mire egemoniche tedesche. Con l'ascesa al potere di Hitler in Germania (che riuscì a legittimare il genocidio di ebrei, zingari, omosessuali, comunisti, disabili definiti UNTERMENSCHEN_uomini inferiori) furono istituite apposite cattedre universitarie con lo scopo di dimostrare scientificamente la dottrina.

Furono anche introdotte leggi che miravano a impedire ai non ariani il godimento di alcuni diritti politici e sociali. Fu anche creata una cittadinanza speciale di grado "inferiore" che prevedeva la limitazione di alcuni diritti.

-         1938: in Italia, Mussolini e il consiglio dei ministri approvarono alcune leggi razziali (leggi fascistissime) contro gli ebrei: espulsione degli immigrati ebrei dopo la II guerra mondiale, esclusione degli ebrei dalle funzioni religiose, ecc.

-         altre forme di razzismo più recenti sono quelle adottate contro i neri in alcuni stati africani.

TENTATIVI DI LOTTA AL RAZZISMO

1965_ l'assemblea generale delle nazioni unite votò una Convenzione internazionale che definì discriminazione razziale ogni differenza, esclusione e restrizione basata sulla razza, sul colore della pelle, sulla discendenza o sulle origini nazionali, con lo scopo di promuovere l'esercizio su uno stesso piano dei diritti umani e delle libertà fondamentali in ambito politico, economico, sociale o culturale.




1994_negli ultimi anni erano riemersi fenomeni di intolleranza. Perciò le istituzioni europee hanno promosso molteplici attività contro razzismo e xenofobia. Tra le più importanti l'istituzione nel 1994 durante il consiglio europeo di Corfù dell'OSSERVATORIO EUROPEO (con sede a Vienna). Il suo compito è quello di esaminare alcuni settori per fornire alle istituzioni europee dati su razzismo, xenofobia e antisemitismo. I settori che deve esaminare sono:

-         istruzione;

-         circolazione di persone e merci;

-         politica sociale.

Verrà anche creata una rete di informazione pubblica (RAXEN).

La creazione di tale Osservatorio era priorità centrale del Parlamento insieme alla richiesta dell'elaborazione di misure contro il razzismo.

13 dicembre 1995_la commissione europea ha preso una serie di provvedimenti comunitari sulla lotta al razzismo.

-         Sfida per l'eliminazione del razzismo.

-         Strumenti: fondo sociale europeo e programmi in materia di istruzione dei giovani.

-         Incoraggiamento alla formazione di mediatori di minoranze etniche.

-         Corsi di formazione per le persone sempre in contatto con immigrati e minoranze etniche.

(www.europa.eu.int)

(www.dol.it)

RAZZISMO IN GERMANIA   (pagine internet Liceo Scientifico "Lanfranconi" classe 5°d)

Kallmeyer sosteneva che per migliorare le qualità della razza si potessero utilizzare le persone idonee allo scopo e che quelle non idonee dovevano essere sterilizzate per non compromettere i risultati. Nel '33 venne emanata la "legge per la prevenzione di generazioni affette da malattie ereditarie". Con tale legge si potevano sopprimere i bambini sospettati di avere una di queste malattie ereditarie: idiotismo, mongolismo, microcefalia, idrocefalia, malformazioni e paralisi.

La morte avveniva tramite la somministrazione di pastiglie di luminal. Altrimenti si usava l'ossido di carbonio che fuoriusciva dalle camere a gas (la prima nazista fu costruita da Kallmeyer e da Wirteh) attraverso false docce collegate a condutture del gas.

OPINIONI

Thar Ben Jelloun ha detto che:

i bambini sono una speranza contro il razzismo nel suo ultimo libro di grande successo "Il razzismo spiegato a mia figlia".

Sostiene che il razzismo è una trappola in cui tutti, prima o poi, possono cadere, e queste persone, di fronte alla diversità, reagiscono con un istinto primordiale, creando un capro espiatorio, solo in base alle origini, e non in base alle reali qualità personali dell'individuo vittima del fenomeno.

Il razzismo è in ascesa in tutta l'Europa.

L'uomo razzista può essere una persona intelligente, ma non sicuramente una persona colta, e il razzismo non è presente nei bambini, perché tutti loro rispettano le persone, indipendentemente dal colore della pelle o dalla nazionalità.

Tutti hanno diritto al rispetto.

Quartiere San Silvestro, Torino. Dieci di sera. Un magrebino scambia i portici di una via per una latrina. Alcuni torinesi chiedono all'immigrato di cercarsi un vero bagno. Lui ed alcuni suoi connazionali si ribellano. Rompono i vetri di un autobus, due persone rimangono ferite. Interviene la polizia e gli extracomunitari si dileguano.

            La gente pensa che gli africani, nel cervello, abbiano solo la musica. Dicono che al di là dello spaccio e della prostituzione, si portino dietro la mancanza per la cosa pubblica. "Così noi abbiamo paura ad uscire di casa, in casa non riusciamo a chiudere occhio e le nostre strade sembrano orinatoi".

                                                                                                         

                                                                                                                      Lisa Gandolfo.

http:/www.unionesarda.it/UNIONE/1998/07-06-98/07-06-98_ITA02_A04.html

Europei, Indiani, Negri sono razze molto diverse tra loro che si sono trovate sullo stesso territorio.

Gli Europei, grazie al loro passato da conquistatori, hanno assunto una posizione dominante rispetto agli altri due popoli. I negri sono stati privati della loro identità culturale; hanno perso le loro religioni originali e la lingua che parlavano in Africa.

Come gli indiani d'America sono stati ridotti al rango di servi dai bianchi, questi ultimi utilizzano gli altri due popoli per i propri scopi poi se ne disfano senza preoccuparsi della loro sorte.







Privacy

Articolo informazione


Hits: 2353
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2019