Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

LA FAMIGLIA E LA SOCIETA' - SCUOLA E SOCIETA' - EDUCAZIONE E FAMIGLIA

pedagogia


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di


ALTRI DOCUMENTI

Presentazione DON LORENZO MILANI - Lettera a una professoressa, Vita
Attivismo scientifico - Alfred Binet
PUERICULTURA - Alimentazione nell'età evolutiva - Dieta della prima infanzia (0 - 3 anni), Dieta dell'adolescenza
Reviewing Ode on a Grecian Urn by John Keats
IGIENE - Comunità infantili : asili nido
IL DRAGHETTO PORTAGUAI
LA SCUOLA FORMA I CITTADINI DI DOMANI
Al giorno d'oggi
La Psicopedagogia europea
LA FAMIGLIA - L'EDUCAZIONE SOCIALE

PEDAGOGIA

LA FAMIGLIA E LA SOCIETA'

SCUOLA E SOCIETA'

EDUCAZIONE E FAMIGLIA

L'educazione è l'attività di chi educa,cioè di chi guida verso un'ottimale livello formativo e morale.L'educazione è intesa come insieme di attività per mezzo delle quali gli uomini cercano di migliorare la personalità di altri uomini.Col passare del tempo il problema dell'educazione si andò modificando,inizialmente l'educazione era riservata ad un'elitè di persone,mentre adesso riguarda tutti.L'educazione è ritenuta fondamentale per l'individuo sia intellettualmente sia per il suo inserimento all'interno della società,con la quale si indica quella popolazi 616b11g one che risiede in un territorio ben definito e vede condivisa una cultura comune a tutti i membri e permette la soddisfazione dei bisogni sociali ed economici.Un importante distinzione relativa alla società è quella tra società preindustriale e società industriale.La prima è caratterizzata dalla centralità della famiglia,dall'importanza dei gruppi primari,della tradizione e dalla scarsa divisione dei ruoli.Nella seconda invece si da importanza non solo alla famiglia ma anche ad altre istituzioni,importanza ai gruppi primari e secondari,alle norme scritte e divisione dei ruoli.Ogni società cerca di trasmettere ai suoi componenti la propria cultura,cioè un sistema di conoscenza e valori che tendono a formare degli atteggiamenti che dovrebbero orientare le opinioni ed i comportamenti degli individui. Molteplici sono le agenzie di socializzazione;nei primi anni di vita un ruolo rilevante è assunto dalla famiglia.In quanto essa da sempre unisce più individui vincolati da un rapporto di parentela,in una convivenza utile all'aiuto e al completamento reciproci.La famiglia svolge la sua azione formatrice in modo più naturale e spontaneo,tramite abitudini,comportamenti e credenze che regolano le azioni della vita quotidiana.



DEWEY

Successivamente un ruolo fondamentale è assunto dalla scuola;una posizione importante è data da Dewey,il quale ritiene che la scuola faccia parte della società poiché l'educazione è un processo sociale.Nella scuola devono essere presenti tutti gli strumenti che servono alla persona per essere partecipe dei beni ereditati dalla cultura.La scuola deve rappresentare per il bambino un luogo di vita e deve svilupparsi gradualmente partendo dall'esperienza che egli conduce in famiglia e nell'ambiente sociale in cui cresce.Dewey afferma che l'istruzione è un processo sociale e la scuola è il fulcro di questo processo.Quest'ultima(scuola)ha la funzione di mediare tra individuo e società,essa mira a suscitare nel singolo capacità di comprendere e saper cambiare la società di cui fa parte.Questa finalità educativa è propria di una società democratica.

OWEN

In relazione a ciò,Owen illustra le proprie idee riguardo il condizionamento ambientale,sostenendo la necessità di richiedere al governo la diffusione di scuole popolari.Infatti egli crea una scuola adatta a fronteggiar le nuove esigenze delle classi popolari che prevede l'educazione per tutti. Secondo Owen l'ambiente in cui il soggetto vive e le circostanze con le quali viene in contatto condizionano la formazione della sua personalità.Owen sostiene la necessità di una scolarizzazione precoce per offrire un'educazione integrale della persona.Il primato spetta alla scienza e all'osservazione della natura.

SPENCER

Anche per Spencer l'educazione deve avere un fondamento scientifico e deve corrispondere alla dimensione intellettuale,morale e fisica secondo il criterio dell'utile.La sociologia di Spencer ha invece una funzione descrittiva e separata dal discorso morale.Spencer distinguerà una società militare dove lo stato assume un rigido controllo sulla vita dei singoli e una società industriale dove gli individui sono liberi.Esiste una terza possibilità dove avvenga una conciliazione tra egoismo e altruismo,ma tale situazione si può realizzare solo dal punto di vista etico.L'etica di Spencer è basata sulla problematica dell'adattamento all'ambiente in relazione all'estensione temporale.Spencer auspica che con il tempo il dovere non apparirà come una sorta di costrizione ma diventerà un fatto spontaneo permettendo una conciliazione tra egoismo e altruismo.



DURKHEIM

Durkheim sostiene che ad ogni società corrisponde un determinato sistema di educazione. Quest'ultima non può porsi un fine unico e immutabile,ma deve continuamente adattarsi alle condizione dell'esistenza.Se l'educazione è un fatto sociale,anche la pedagogia dipende dalla sociologia.Pertanto anche nella preparazione dell'insegnante non deve mancare la sociologia in quanto l'insegnante deve trasmettere i valori della società.

MAKARENKO

Makarenko si occupa del rapporto individuo-società.Il contesto in cui si trova ad operare è quello dell'elaborazione della pedagogia marxista nell'Urss.La sua pedagogia sociale ritiene che il cittadino sovietico non possa vivere e operare in solitudine,in quanto la nazione sovietica è per natura il paese della collettività.La società diventa il sistema di orientamento della scuola i cui valori diventano quelli che la scuola deve trasmettere ai giovani affinché essi mantengano migliorino il sistema sovietico.Secondo la pedagogia marxista solo attraverso il lavoro con altre persone,il soggetto si realizza umanamente e socialmente.L'elemento che caratterizza la pedagogia di Makarenko è il principio del collettivo,con questo termine egli indica la partecipazione al lavoro.Un esempio di collettivo è la scuola.Il collettivo deve costituire una struttura accentrata, gerarchica e disciplinata.I componenti del collettivo formano una cellula che fa propri gli interessi sia della scuola sia degli altri gruppi della produzione nella loro totalità.Il collettivo si organizza attorno al lavoro,il quale deve essere svolto con cura e attenzione perché il uso frutto non è per sé,ma per l'intera comunità.Tutti devono contribuire al massimo per il raggiungimento di vari obiettivi.

NEILL

A differenza di Makarenko,il quale metteva al centro la società,Neill mette al centro l'uomo nella sua integralità.Il risultato sarà una persona capace di affrontare il mondo in autonomia e indipendenza.Il fanciullo deve crescere in assoluta libertà e quindi deve essere evitata qualunque forma di educazione(Neill non-direttività(Tolstoy)cioè autoeducazione del fanciullo facilitato dal compito dell'educazione il quale si limita a sostenerlo nel raggiungimento della meta da lui stesso posta).



Articolo informazione


Hits: 4573
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2017