Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

CONTRATTO DI SERVIZIO

giurisprudenza


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di



ALTRI DOCUMENTI

ALESSANDRO MANZONI
LE FONTI DELLE OBBLIGAZIONI
IL DANNO NELLE OBBLIGAZIONI PECUNIARIE
Alessandro Manzoni
EFFETTI DEL CONTRATTO
GLI ELEMENTI E I REQUISITI DEL CONTRATTO :IL CONSENSO E LA SUA FORMAZIONE
IL LEGATO
MODIFICAZIONI SOGGETTIVE DAL LATO DEBITORIO
I GIURISTI DEL DIRITTO ROMANO
CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO

ALLEGATO 13 - INDICATORI DEI LIVELLI DI SERVIZIO E MODALITA' DI CALCOLO

1.      GENERALITÀ

Gli indicatori saranno calcolati su base mensile e a livello STABILIMENTO .



Qualora nel corso di vigenza del Contratto si individuino attività la cui non corretta esecuzione, secondo quanto previsto dal Contratto, può generare danni a chi che sia, le parti concorderanno gli opportuni ulteriori livelli di servizio e relativi obiettivi.

Ciascun indicatore di livello di servizio è suddiviso in 3 valori obiettivo e cioè:

-      Obiettivo: è il valore richiesto da F.M.A..

-      Livello di Guardia: rappresenta la soglia di attenzione. Qualora le parti accertino che il valore di un indicatore è uguale o inferiore al valore indicato come Livello di Guardia per detto indicatore, le stesse dovranno incontrarsi e costituire un comitato tecnico specifico con il compito di individuare le azioni necessarie per il risanamento della situazione ed il ripristino delle performance di Obiettivo.

-      Obiettivo Minimo: rappresenta la soglia minima della performance di LOGINT.

Le Parti convengono che eventuali indisponibilità di MATERIALI causate  da ritardi dei Fornitori o da situazioni di code ai moli dello STABILIMENTO dovute a concentrazione di arrivi di trasporti dei Fornitori, non saranno imputabili a LOGINT, a meno che F.M.A. non abbia provveduto con sufficiente anticipo ad informare LOGINT di quali MATERIALI in attesa di scarico devono essere considerati urgenti per le necessità produttive e il Fornitore si sia presentato al molo di arrivo indicato da LOGINT a F.M.A..

L'informazione dell'urgenza dovrà essere data da F.M.A. a LOGINT almeno 2 ore prima dell'utilizzo del materiale.

2.      INDICATORE DEI PRODOTTI FINITI PERSI O INCOMPLETI

Questo indicatore misura i PRODOTTI FINITI PERSI ed i PRODOTTI FINITI usciti dalle linee incompleti o con errato allestimento per fatto imputabile a LOGINT.

Tale indicatore è il rapporto, espresso in millesimi, tra il numero di prodotti impostati e il numero di prodotti effettivamente usciti dalle linee.

Gli obiettivi per i prodotti (motori) persi o incompleti, sono:

                                                   Obiettivo        Livello              Obiettivo minimo

                                                                          di guardia         

Prodotti Finiti  Persi                 0,1%o                0,5%o                          5%o                                                       

Prodotti Finiti Incompleti         0,2%o                         1%o                        10%o        

                                                                                                                        

Gli indicatori saranno calcolati su base mensile a livello di STABILIMENTO e a livello di ciascuna tipologia di PRODOTTO (motori) con la seguente formula, riferita all'uscita linea:

N° Prodotti finiti persi

X 1000

N° Prodotti finiti impostati

N° Prodotti finiti incompleti

X1000

N° Prodotti finiti impostati

Lo STABILIMENTO tassativamente entro il giorno lavorativo successivo all'evento (produzione mancata/incompleta di prodotti) dovrà contestare per iscritto a LOGINT la mancata/incompleta produzione precisando:

-                   il numero di prodotti persi o incompleti;

-                   di quali prodotti si tratta;

-                   l'ora in cui si è verificato l'evento;

-                   il tipo di MATERIALE non reso disponibile (o altro fatto, imputabile a LOGINT che ha generato la mancata/incompleta produzione);

-                   il/i PUNTO/I DI CONSEGNA non alimentato/i.

Il Responsabile dello STABILIMENTO o il Capo Unità, potrà, nei tempi sopra previsti ed in sostituzione della comunicazione scritta comunicare verbalmente al responsabile di LOGINT i dati sopra indicati.

LOGINT qualora ritenga che la mancata/incompleta produzione non sia a Lei imputabile, dovrà chiedere, tassativamente entro il giorno lavorativo successivo, un incontro immediato allo STABILIMENTO per esaminare il caso.

Resta inteso e convenuto che non potrà essere addebitata a LOGINT la mancata/incompleta produzione causata da fatto non imputabile a LOGINT o dovuto a Forza maggiore (quale a titolo esemplificativo ma non limitativo: ritardo nella CHIAMATA ove questa, giusta quanto previsto nell'allegato 5 al Contratto di Servizio, sia di competenza del personale dello STABILIMENTO o del Responsabile F.M.A. - mancanza o ritardato arrivo dei MATERIALI presso il MOLO DI ARRIVO o il MAGAZZINO dovuta a forza maggiore o fatto non imputabile a LOGINT; - ritardo nell'alimentazione dei PUNTI DI CONSEGNA generato dal personale dello STABILIMENTO della Dogana ovvero incaricato dell'Audit previsto nell'Allegato 4 del Contratto di Servizio).

La mancata/ritardata richiesta di incontro da parte di LOGINT nei tempi sopra previsti costituirà riconoscimento di responsabilità da parte di quest'ultima e darà diritto allo STABILIMENTO di addebitare le somme stabilite alla lettera a dell'art.19.2 del Contratto di servizio. Parimenti la mancata/ritardata contestazione scritta da parte dello STABILIMENTO nei tempi sopra previsti costituirà riconoscimento, da parte dello STABILIMENTO, di mancanza di responsabilità di LOGINT.

3.      MOVIMENTAZIONE PRODOTTI FINITI

Questo indicatore misura il numero delle vetture e degli altri prodotti finiti persi per fatto imputabile a LOGINT, in altri stabilimenti (della FIAT AUTO o della SATA o della SEVEL) clienti dello STABILIMENTO. Tale indicatore è il rapporto, espresso in millesimi, tra il numero di prodotti impostati dallo stabilimento cliente e il numero di prodotti effettivamente usciti dalle linee.

Gli obiettivi sono:

                                                   Obiettivo        Livello              Obiettivo minimo

                                                                          di guardia         

Prodotti Finiti  Persi                 0,1%o                0,5%o                          5%o                                                       

Gli indicatori saranno calcolati su base mensile a livello di stabilimento e a livello di ciascuna tipologia di prodotto con la seguente formula, riferita all'uscita linea:

N° Prodotti finiti persi

X 1000

N° Prodotti finiti impostati

Lo STABILIMENTO tassativamente entro il giorno lavorativo successivo all'evento (produzione mancata) dovrà contestare per iscritto a LOGINT la mancata produzione dello stabilimento cliente precisando:

-                   il numero di prodotti persi o incompleti;

-                   di quali prodotti si tratta;

-                   il tipo di MATERIALE non reso disponibile all'Operatore logistico dello stabilimento cliente.

Il Responsabile dello STABILIMENTO o il Capo Unità, potrà, nei tempi sopra previsti ed in sostituzione della comunicazione scritta, comunicare verbalmente al responsabile di LOGINT i dati sopra indicati.

LOGINT qualora ritenga che la mancata/incompleta produzione non sia a Lei imputabile, dovrà chiedere, tassativamente entro il giorno lavorativo successivo, un incontro immediato allo STABILIMENTO per esaminare il caso.

Resta inteso e convenuto che non potrà essere addebitata a LOGINT la mancata/incompleta spedizione causata da fatto non imputabile a LOGINT o dovuto a Forza maggiore (quale a titolo esemplificativo ma non limitativo: non disponibilità di PRODOTTI FINITI ai PUNTI DI CONSEGNA nei tempi previsti).

La mancata/ritardata richiesta di incontro da parte di LOGINT nei tempi sopra previsti costituirà riconoscimento di responsabilità da parte di quest'ultima Parimenti la mancata/ritardata contestazione scritta da parte dello STABILIMENTO nei tempi sopra previsti costituirà riconoscimento, da parte dello STABILIMENTO, di mancanza di responsabilità di LOGINT.

4.      ROTAZIONE DEI MATERIALI

Questo indicatore misura la corretta gestione della rotazione dei MATERIALI BASSOROTANTI.

L'indicatore sarà calcolato su base mensile a livello di MAGAZZINI BASSOROTANTI con la seguente formula:

N° CONTENITORI prelevati dopo i termini                      X 1000

N° CONTENITORI consegnati ai punti di consegna

Per CONTENITORI prelevati dopo i termini s'intendono quei CONTENITORI di MATERIALI BASSOROTANTI prelevati dai MAGAZZINI BASSOROTANTI in modo non sequenziale alla data del loro arrivo a MAGAZZINO BASSOROTANTE, ossia prelevati da LOGINT senza rispettare la regola FIFO.

                                               Obiettivo            Livello              Obiettivo minimo

                                                                          di guardia         

                                                                        

                0,1%o                       1%o                          5%o

5.                INDICATORE INCIDENZA TRASPORTI F.P.

5.1.     L'incidenza dei viaggi F.P. effettuati da LOGINT viene misurata dal rapporto tra il valore del fatturato da LOGINT a STABILIMENTO con tariffe F.P. ed il valore del fatturato a tariffe normali .

5.2.     Saranno calcolati tre indicatori distinti per evidenziare le seguenti tipologie     di trasporti:

a)       trasporti F.P. richiesti da STABILIMENTO per tratte da FORNITORI a COMPRENSORIO;

b)       trasporti F.P. richiesti dai FORNITORI per tratte da FORNITORI a COMPRENSORIO;

c)        trasporti F.P. da STABILIMENTO ad altri stabilimenti FIAT AUTO o di controllate della FIAT AUTO  (SATA  - SEVEL)



5.3.     Gli indicatori saranno calcolati secondo la seguente formula:

Fatturato a tariffe F.P.

X 100

Fatturato a tariffe normali

5.4.           I valori Obiettivo calcolati al livello STABILIMENTO  su base mensile  per i trasporti di cui sopra sono:

                                           Obiettivo          Livello di guardia         Obiettivo minimo

a)                                           4%                          9 %        

b)                                           4%                          9%  

c)                                           4%                          9%                                  15%

     

                                                                             

6.  INDICATORE DEL LIVELLO DI EVASIONE CHIAMATA DA MAGAZZINO

Questo indicatore misura il successo dell'evasione della chiamata di MAGAZZINO BASSOROTANTE entro il tempo limite di 2 ore nette per il materiale proveniente dal magazzino interno e 2,5 ore per il materiale proveniente dal magazzino esterno, inteso come tempo del normale orario di lavoro intercorrente tra il ricevimento della CHIAMATA dal  MAGAZZINO BASSOROTANTE e l'evasione della stessa intesa come transito dalla dogana F.M.A..

6.1.           Gli obiettivi sono :

Obiettivo

Livello di Guardia

Obiettivo minimo

99%

98%

95%

                                       

                                              

6.2.     La percentuale delle CHIAMATE evase entro il tempo definito è misurata come media mese delle sole CHIAMATE evadibili, cioè delle CHIAMATE a fronte di cui esiste MATERIALE disponibile a MAGAZZINO, con la seguente formula:

N° Totale CHIAMATE evase entro tempo evasione

X 100

N° Totale CHIAMATE evadibili

7.      INDICATORE DEI TEMPI DI TRASPORTO

7.1.     Le parti concordano nel misurare il rispetto dei tempi di trasporto sulla base delle differenze temporali tra la data di emissione dell' AVIEXP da parte dei FORNITORI , al momento del carico, e la data di ingresso dei mezzi negli STABILIMENTI e/o MAGAZZINI.

Tale differenza (misurata in giorni lavorativi) dovrà essere conforme alla tabella di precessione dei ritiri rispetto alle consegne riportata a seguito.

Precessione ritiri - consegne


-                   I tempi di resa indicati sono espressi in numero di giorni lavorativi intercorrenti dal ritiro del materiale dal luogo di presa alla consegna presso lo STABILIMENTO.

-                   I ritiri sono previsti nell'arco della giornata dalle ore 08:00 alle ore 20:00.

Per tanto, per rispetto dei tempi di trasporto, si intende la percentuale dei viaggi eseguiti in ambito  delle predette precessioni.

7.2.     I valori obiettivo sono:

                                                                     

Obiettivo

Livello di Guardia

Obiettivo Minimo

98%

94 %

88 %

L'indicatore sarà calcolato su base mensile; per i FLUSSI DIRETTI a livello STABILIMENTO, per i FLUSSI DISACCOPPIATI a livello di MAGAZZINO secondo la seguente formula:

N° Viaggi terminati entro i tempi di cui alla tab. precedente

X 100

N° Viaggi totali effettuati

7.3.     Nel calcolare il suddetto indicatore saranno eliminati gli eventuali effetti dovuti a cause di forza maggiore e al superamento dei livelli di guardia degli indicatori di variabilità dei programmi (vedi punto 10).

 8.     MOVIMENTAZIONE CONTENITORI

8.1.     Per movimentazione CONTENITORI si intende il rispetto della logica di gestione Vuoto contro Pieno dei CONTENITORI nei confronti dei FORNITORI; l'indicatore rappresenta la percentuale del numero di CONTENITORI vuoti effettivamente inviati ai FORNITORI nell'ambito dei singoli viaggi di ritiro MATERIALI.

Il dato sarà estratto dal Sistema Informativo di LOGINT ed indica l'affidabilità della logica vuoto/pieno a livello  F.M.A. - LOGINT, per valutare anche eventuali casi in cui non sia possibile individuare le cause del mancato rispetto imputabili a F.M.A. per mancanza di CONTENITORI disponibili e a LOGINT per disservizi nella gestione dei CONTENITORI vuoti.

8.2.     La movimentazione CONTENITORI, epurata dei casi imputabili a F.M.A., ai FORNITORI e da quelli in cui non sia possibile determinare la responsabilità,  dovrà rientrare nei seguenti valori Obiettivo:

                        Obiettivo             Livello                      Obiettivo

                                                    di Guardia               Minimo

                                                                                                 

                            95%                         80%                    60%  

8.3.     L'indicatore sarà calcolato su base mensile per i FLUSSI DIRETTI a livello STABILIMENTO; per i FLUSSI DISACCOPPIATI a livello di MAGAZZINO secondo la seguente formula:

N° Contenitori spediti in logica V/P

X 100

N° Contenitori programmati in logica V/P

9.      TEMPI DI REGISTRAZIONE MATERIALI

9.1.     I MATERIALI provenienti dai FORNITORI saranno registrati sui Sistemi Informativi secondo le seguenti tempistiche obiettivo:

Automezzi ricevuti entro le ore 19.00: registrazione nel giorno del ricevimento;

Automezzi ricevuti dopo le ore 19.00: registrazione entro il giorno successivo al ricevimento (entro le ore 24 del giorno di ricevimento per l'ultimo giorno del mese);

9.2.     Le registrazioni dei MATERIALI, premesso che dovranno essere tutte effettuate nei termini previsti dalle disposizioni di legge vigenti,  dovranno avvenire entro le tempistiche indicate con il seguente Obiettivo:

          Obiettivo      Livello                         Obiettivo

                               di Guardia                 Minimo

                                                     

Righe rimesso         0,2%o                2%o                          5%o  

Caricate in ritardo

Qualora questo indicatore risultasse di difficile rilevamento le Parti concorderanno un nuovo indicatore.

9.3.     L'indicatore sarà calcolato su base mensile per i MATERIALI a flussi diretti a livello STABILIMENTO e per i  MATERIALI a flussi disaccoppiati a livello di MAGAZZINO, con la seguente formula:

N° Righe AVIEXP/Ddt caricate dopo i termini




X 1000

N° Righe AVIEXP/Ddt caricate totali

10.    INDICATORE VARIABILITA'  CONSEGNE.

Questi indicatori hanno lo scopo di monitorare la variabilità dei volumi consuntivi trasportati da LOGINT rispetto ai volumi programmati a livello di Programma Consegne.

Le parti concordano che i valori degli indicatori qui riportati verranno verificati sulla base dei consuntivi dell'anno solare 2000 ed eventualmente modificati sulla base dei dati effettivamente riscontrati.

10.1    La variabilità dei volumi, per tipo flusso, di MATERIALI rispettivamente trasportati a flusso diretto o disaccoppiato  viene misurata da due indicatori per evidenziare la variabilità indotta da modifiche F.M.A. ai Programmi Consegne e la variabilità causata dagli anticipi / ritardi nelle consegne da parte dei FORNITORI.

La variabilità dei volumi dei MATERIALI trasportati a flusso diretto o disaccoppiato, conseguente alle variazioni al Programma Consegne realizzate da   FIAT  AUTO, viene misurata calcolando, per singolo viaggio, la differenza tra il volume (mc) previsto secondo i dati settimanali del Programma di Consegne originale (cioè emesso il Mercoledì/Venerdì per gli STABILIMENTI) ed il volume secondo i dati del Programma Consegne (cioè al termine della settimana considerando le varianti A8 e le varianti date a mezzo Fax).

La variabilità dei volumi dei MATERIALI conseguente ad anticipi/ritardi nelle consegne da parte dei FORNITORI viene misurata calcolando, per singolo viaggio, la differenza tra il volume (mc) effettivamente trasportata da LOGINT ed il volume previsto dal Programma Consegne consuntivo.

La variabilità viene misurata a livello di tipologia di flusso e separatamente tra varianti realizzate da F.M.A. e varianti provocate dai FORNITORI, come rapporto tra le somme delle differenze dei volumi in valore assoluto dei singoli viaggi diviso il volume totale previsto/trasportato, secondo le seguenti formule:

Per varianti F.M.A.:

Sommatoria delle differenze (in valore assoluto) in mc dei singoli viaggi/giri del latte  tra i volumi previsti da Programma Consegne e i volumi previsti dal Programma Consegne consuntivo

X 100

Volume totale da Programma Consegne ( mc)

Per varianti FORNITORE:

Sommatoria delle differenze ( in valore assoluto) in mc dei singoli giri del latte/viaggi  tra i volumi previsti dal Programma Consegne consuntivo, e volumi effettivamente trasportati 

X 100

Volume totale da Programma Consegne consuntivo ( mc)

I valori Obiettivo, calcolati su base settimanale a livello STABILIMENTO e riportati a livello mensile sommando i valori desunti dai calcoli settimanali, per singolo indicatore sono:

                                        Obiettivo                    Livello di Guardia           

                                                

          Per Varianti                                          5%                                               20%

F.M.A.

Per Varianti                                          5%                                               20%

FORNITORE

10.2. La variabilità delle frequenze di consegna dei MATERIALI A FLUSSO DISACCOPPIATO viene misurata calcolando il numero dei FORNITORI/ giorno presso cui sono stati effettuati dei ritiri in giorni diversi da quelli previsti secondo la frequenza di consegna del Programma Consegne e/o non sono stati effettuati ritiri previsti, rispetto al numero dei FORNITORI/giorno con ritiri previsti nel corso della settimana secondo il Programma di Consegne.

L'indicatore sarà calcolato a livello MAGAZZINI su base settimanale e riportando il valore mensile sommando i valori settimanali, con la seguente formula:

N° FORNITORI / giorno con ritiri in giorni non previsti e/o annullati

X100

N° FORNITORI / giorno con ritiri previsti a programma di consegne

I valori Obiettivo sono:

Obiettivo                         Livello di Guardia    

                                                

                                   3%                                 5%                    

11.       INDICATORE PALLETT INCOMPLETI ALL' ENTRATA FRONTE DI CARICO

Indica il numero dei pallet provenienti dal processo di Picking  con uno o più materiali mancanti o errati.

Al verificarsi dell'evento il conduttore della stazione di montaggio interessata, segnala immediatamente a LOGINT l'incompletezza o l'errata tipologia dei COMPONENTI e LOGINT dovrà operare per il più sollecito ripristino possibile degli stessi.

Lo STABILIMENTO e LOGINT terranno nota di questi eventi, misurandone il n° totale turno per turno.

Il Livello di Guardia e l'Obiettivo Minimo saranno concordati entro due mesi dalla data di CESSIONE.

12.    RIEPILOGO INDICATORI DEI LIVELLI DI SERVIZIO

INDICATORE

OBIETTIVO

LIVELLO DI GUARDIA

OBIETTIVO MINIMO

ELABORATO

A CURA:

Motori persi

0,1%o

0,5%o

5%o

F.M.A.

Motori incompleti

0,2%o

1%o

10%o



F.M.A.

Movimentazione prodotti finiti

0,1%o

0,5%o

5%o

F.M.A.

Rotazione materiali

0,1%o

1%o

3%o

F.M.A.

Trasporti F.P.

a)

b)

c)

4%

4%

4%

9%

9%

9%

15%

LOGINT

Tempo evasione chiamata da magazzino

99%

98%

95%

F.M.A.

Rispetto tempi di trasporto

98%

94%

88%

LOGINT

Movimentazione contenitori

95%

80%

60%

LOGINT

Tempi registrazioni materiali

0,2%o

2%o

5%o

F.M.A.

Variabilità volumi F.M.A.

5%

20%

LOGINT

Variabilità volumi Fornitore

5%

20%

LOGINT

Variabilità frequenze F.M.A.

3%

5%

LOGINT

Variabilità frequenze Fornitore

3%

5%

LOGINT

Pallet incompleti all'entrata

del fronte di carico  (1)

F.M.A.

(1)   Da concordare entro 2 mesi dalla data di CESSIONE.







Privacy

Articolo informazione


Hits: 1352
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2019